Migranti ad Amantea, Di Natale interroga Santelli: «Struttura non idonea»

Il segretario-questore del Consiglio regionale chiede informazioni al presidente della Regione sul trasferimento di 13 migranti contagiati da Covid nella cittadina del Tirreno cosentino

AMANTEA Un’interrogazione con richiesta di risposta scritta è stata formalizzata dal segretario-Questore del Consiglio regionale della Calabria, Graziano Di Natale, in merito al «trasferimento presso la struttura del centro immigrati di Amantea, di 13 migranti risultati positivi al Covid».
Nel documento (ex art 121 del Regolamento interno del Consiglio regionale), Di Natale pone una serie di quesiti «in seguito ai recenti sbarchi di migranti avvenuti nel porto di Roccella Jonica ed al successivo trasferimento di un nutrito gruppo presso un centro di accoglienza di Amantea in provincia di Cosenza».
L’esponente politico di Io resto in Calabria precisa che «tredici dei migranti sbarcati, dopo essere stati sottoposti a tampone, sono risultati positivi al coronavirus e che, allo stato, gli stessi si trovano ricoverati in una struttura sita nel centro cittadino dove sono alloggiati anche altri migranti».
Alla luce di queste premesse il consigliere Di Natale interroga «l’onorevole presidente della Giunta per sapere se la suddetta struttura sia dotata: 1) di tutte autorizzazioni necessarie per l’accoglienza dei migranti; 2) delle autorizzazioni necessarie per il servizio mensa; 3) delle caratteristiche e delle autorizzazioni appropriate ad ospitare persone risultate positive al coronavirus». Infine, chiede «se sia possibile che una struttura di accoglienza situata in un centro cittadino possa ospitare persone positive al coronavirus e sottoposte a misure di quarantena obbligatoria».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto