Migranti, Santelli al ministro dell’Interno: «Ora evitare gli sbarchi»

La governatrice: «Apprezzo lo sforzo del Viminale ma il problema Covid-19 rimane. In una fase come questa è necessario controllare i confini della Calabria»

CATANZARO Il presidente della giunta Regionale, Jole Santelli, ha interessato il ministro dell’Interno sullo sbarco dei migranti. «Apprezzo il gesto del Viminale – ha detto la governatrice – sulla vicenda di Amantea ma come sa perfettamente il Ministro Lamorgese il problema rimane. Per contrastare il pericolo di diffusione del Covid-19, occorrono unità navali destinate all’assistenza e alla sicurezza sanitaria dei migranti. Pertanto, in una fase emergenziale come quella attuale, è necessario monitorare le coste calabresi ed evitare gli sbarchi», ha concluso Santelli.
LA POSIZIONE DI MANGIAVALORI «Il ministero dell’Interno non può limitarsi a mettere una toppa sul buco. Ha ragione la presidente Jole Santelli: il trasferimento dei migranti positivi al Covid-19 dalla Calabria a Roma non risolve il problema, che rimarrà tale e quale senza un intervento deciso del governo». A dirlo è il senatore di Forza Italia Giuseppe Mangialavori. «Gli sbarchi indiscriminati di migranti, con tutto quel che comportano rispetto ai rischi per la salute pubblica – aggiunge il parlamentare – non si fermeranno per tutta l’estate; e la Calabria, così come tutte le altre regioni interessate dal fenomeno, non può vivere in una emergenza perenne. È pertanto necessario che il governo metta a disposizione unità navali attrezzate e in grado di assicurare, allo stesso tempo, la doverosa e sacrosanta assistenza ai migranti e la sicurezza di tutti cittadini».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto