Sposato: «Istituire una Superprocura antimafia europea»

Il segretario generale della Cgil Calabria considera il Recovery Fund «una grande opportunità ma è necessario allestire un Piano Marshall e raccogliere il grido di allarme delle Dda per evitare le infiltrazioni della ‘ndrangheta»

«L’accordo sul Recovery Fund può essere una grande opportunità per il rilancio del Paese ma anche un pericolo. O la classe dirigente saprà affrontare per bene la spesa di 200 miliardi di euro o il Paese rischia il default definitivo». Lo ha detto il segretario generale della Cgil Calabria, Angelo Sposato, intervenendo al Comitato direttivo nazionale del sindacato. «Per questa ragione – ha aggiunto Sposato – occorre un Piano Marshall per lo sviluppo e il lavoro, capire a chi affidare la gestione dei fondi e il ruolo dello Stato deve essere da regolatore e da facilitatore nella gestione della la spesa. In questo contesto occorre definire una linea strategica di riforme e di politiche industriali nel Paese e nel Mezzogiorno capaci di allocare, convertire, rilocalizzare attraverso una agenzia nazionale, filiere produttive innovative e sostenibili con le partecipazioni pubbliche. Servono politiche di sviluppo e lavoro di qualità, per questa ragione occorre un confronto di merito con il Governo, che a tratti ha mostrato atteggiamenti altalenanti, sulle scelte da effettuare nel Paese con interventi che non siano parcellizzati e fotocopia. Serve un cronoprogramma vero, concreto, da attuare subito, non c’è molto tempo. Il Mes è necessario perché subito spendibile per rimettere in piedi il sistema sanitario pubblico». Secondo Sposato, infine, «un tema che non è stato affrontato sul tavolo europeo è quello della legalità, della presenza delle mafie nel circuito internazionale. La capacità di penetrazione delle mafie, della ‘ndrangheta nei meccanismi produttivi è un pericolo sottovalutato dalle cancellerie europee. Per questa ragione, alla luce dei 700 miliardi di investimenti, occorre ascoltare il grido d’allarme delle Procure antimafia italiane, per istituire una Superprocura antimafia europea».

 





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto