Tutto come previsto: Minoli alla Calabria Film Commission

Come anticipato dal Corriere della Calabria, sarà l’ideatore di “Un posto al sole” e “Report” il nuovo commissario straordinario della Fondazione. Santelli: «Un nome di prestigio che non ha bisogno di presentazioni»

Giovanni Minoli

CATANZARO Un nome di prestigio che non ha bisogno di presentazioni, scelto dal Presidente Jole Santelli per poter traghettare la Calabria, bella di paesaggi e ricca di competenze, verso i grandi mercati del cinema e dell’audiovisivo internazionale.
Va in questa direzione la nomina di Giovanni Minoli alla guida di Calabria Film Commission, così come aveva anticipato il Corriere della Calabria.
Minoli, che ha inventato “Un posto al sole”, la prima soap di successo in Italia ma anche la più longeva (5487 puntate in 14 anni), ha radicalmente modificato il mondo del giornalismo con Mixer, Report, e quello dell’intrattenimento con Turisti per caso e Quelli della notte. Per citare solo alcuni esempi che non escludono neanche l’informazione culturale, se si pensa a “La storia siamo noi”. Dove c’è Minoli c’è innovazione di successo. Autore di documentari e reportage, la sua prima rubrica in tv è stata “A come agricoltura”.
«Sempre al passo con i tempi – informa una nota della Regione Calabria – ha una padronanza manageriale delle nuove tecniche digital, necessarie alle forme di espressione dei nostri tempi. Enorme il numero di talenti che ha portato al successo. Sotto la guida di Minoli il cinema e l’audiovisivo calabrese potranno raggiungere traguardi importanti, che contribuiranno a comunicare l’immagine positiva della Calabria che si fonderà anche sull’industria creativa».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto