Gattuso si scalda: «Terrone a me? Dimmelo in faccia»

L’allenatore calabrese che guida il Napoli si infuria contro il preparatore atletico della Lazio durante il match tra le due squadre per alcune parole “offensive” pronunciate contro il mister. Poi in conferenza stampa ridimensiona l’accaduto: «Meritavo anche io l’espulsione, ho fatto un po’ di caciara»

NAPOLI «Terrone? Terrone? Vieni, vieni, me lo devi dire in faccia terrone di m***a». Sono le parole pronunciate da Rino Gattuso, allenatore del Napoli, ma soprattutto calabrese doc e sentite chiaramente durante la diretta del confronto disputato tra la sua squadra e la Lazio. Un partita vinta dai partenopei per 3 reti a 1 che si è più volte scaldata. Proprio in uno dei momenti più nervosi del match il nerboruto mister con sangue a Schiavonea ha rivolto queste parole in direzione della panchina biancoceleste. Una lite, sembra, scatenata dalle parole pronunciate da un collaboratore del preparatore atletico della Lazio che Gattuso non ha affatto gradito avvicinando al termine della gara proprio alla panchina della squadra avversaria redarguendo il tecnico laziale.
Una tensione poi stemperata dallo stesso tecnico partenopeo nel corso della consueta conferenza stampa di fine partita: «Nervosismo? Non si regala nulla – ha ridimensionato Gattuso ai microfoni –. Meritavo anche io l’espulsione, ho fatto un po’ di caciara. Mi piace chiarire dopo, altrimenti si rischiano problemi. Le due panchine hanno fatto incattivire la partita. È stata una gara vera». (r.d.s.)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto