Medaglia d’argento per “European Young Chemist Award” a Emilia Paone

Si tratta di una neo dottoressa di ricerca all’Università Mediterranea di Reggio Calabria. A confrontarsi sono stati i migliori chimici europei under 35. ha presentato un contributo dal titolo “The basic catalysis of lignin-first biorefinery”

REGGIO CALABRIA Emilia Paone, neo dottore di ricerca dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, è stata insignita della medaglia d’argento nella competizione europea “European Young Chemist Award 2020” (sezione PhD students). La competizione che ha messo a confronto i migliori chimici europei under-35, é organizzata con cadenza biennale dalla Società Chimica Europea (EuChemS) che è l’organizzazione internazionale che comprende più di cinquanta associazioni scientifiche di 35 paesi europei (tra cui la Gesellschaft Deutscher Chemiker, la Royal Society of Chemistry, la Società Chimica Italiana e l’Ordine dei Chimici e dei Fisici Italiani) raccogliendo oltre 150.000 chimici provenienti dal mondo accademico, dal settore industriale e da enti governativi. Le domande, giunte da tutta Europa, sono state esaminate da una giuria internazionale che ha premiato i due vincitori (Emilia Paone – silver metal; Eoin Murray – gold metal) tenendo conto dell’originalità della ricerca, nonchè la completezza e profondità di comprensione della stessa e della consapevolezza delle prospettive future. Emilia Paone ha presentato un contributo dal titolo “The basic catalysis of lignin-first biorefinery” illustrando i risultati delle attività di ricerca svolte durante il dottorato presso il laboratorio di Chimica del Dipartimento DICEAM (tutor: Prof. Francesco Mauriello) ed incentrate sulla valorizzazione di biomasse lignocellulosiche in prodotti chimici ad alto valore aggiunto attraverso innovativi processi chimici promossi da catalizzatori bimetallici a base di palladio.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto