Covid, 13 contagi a Oppido. La Regione istituisce la “zona rossa” a Messignadi

Nuova ordinanza regionale per contenere il numero dei casi positivi nella frazione che conta poco più di mille abitanti. L’Asp reggina aveva già disposto la quarantena obbligatoria con sorveglianza attiva e l’obbligo di isolamento domiciliare. Il sindaco: «Chiedo ai cittadini di rispettare la disposizione»

Covid_coronavirus_tampone

REGGIO CALABRIA Un focolaio si è sviluppato nella frazione di Messignadi a Oppido Mamertina, nella provincia di Reggio Calabria. Già nelle scorse il sindaco, Bruno Barillaro, attraverso il profilo ufficiale Facebook del Comune aveva annunciato che  l’Asp di Reggio Calabria aveva disposto la quarantena obbligatoria con sorveglianza attiva e l’obbligo di isolamento domiciliare e il divieto di allontanamento dalla propria abitazione, per cinque nuclei familiari, residenti nella piccola frazione Messignadi ,vicini ad una persona risultata positiva al Covid-19, anch’essa soggetta agli stessi provvedimenti. Per questo motivo la Regione Calabria, con l’ordinanza n. 64 del 29 agosto 2020, a firma del presidente Jole Santelli, ha istituito la “zona rossa” nella frazione che conta poco più di mille abitanti. 

 

RISCHIO CONTAGIO Al momento sono 13 le persone risultate positive al Covid 19. Si tratta proprio dei componenti dei cinque nuclei familiari entrati in contatto con una donna che, dopo giorni di febbre, è stata sottoposta a tampone risultato poi positivo. Tutti gli altri parenti sarebbero stati contagiati dalla donna perché entrati in contatto con lei. Molti dei 13 positivi nei giorni scorsi sarebbero entrati in contatto anche con numerosi cittadini di Oppido Mamertina, per cui non è escluso che la chiusura possa riguardare anche l’intera cittadina. Sono in corso comunque ulteriori verifiche ed accertamenti per risalire alla catena dei contagi. 

IL MESSAGGIO DEL SINDACO «Chiedo a tutti i residenti nella frazione Messignadi, per il Vostro stesso bene e dell’intera comunità, di rispettare questa disposizione regionale. Ricordo a tutti i cittadini di mantenere il distanziamento sociale, di indossare la mascherina e di lavare e igienizzare spesso le mani.
Vi invito a non farvi prendere dal panico e a rispettate scrupolosamente le suddette indicazioni e a prendere in seria considerazione le semplici pratiche personali di prevenzione, anche quelle che finora non sono state adeguatamente applicate». 





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto