Billari subentra a Callipo. Palazzo Campanella formalizza “l’addio”

Il neo consigliere regionale risultava il primo dei non eletti nella lista “Democratici Progressisti” per la circoscrizione Sud. Ha preso il posto del leader di “Io Resto in Calabria” che si è dimesso lo scorso 29 giugno. «Le motivazioni del passo indietro di Callipo sono serie e pongono la necessità di una profonda riflessione»

REGGIO CALABRIA Il Consiglio regionale ha preso atto delle dimissioni di Pippo Callipo, leader di “Io Resto in Calabria” e dell’opposizione, già candidato alla presidenza della Regione per il centrosinistra alle Regionali del 26 gennaio scorso. Callipo si è dimesso lo scorso 29 giugno motivando la sua decisione con il fatto di aver «capito che le regole e i principi che ordinano l’attività del Consiglio regionale sono di fatto “cedevoli” al cospetto di prassi consolidate negli anni che mortificano la massima Assemblea legislativa calabrese e che si scontrano con la mia mentalità improntata alla concretezza». In una prima occasione, il Consiglio regionale aveva respinto le dimissioni di Callipo, ma il leader di “Io Resto in Calabria”, uno dei più noti imprenditori della Calabria, ha riconfermato in modo irrevocabile la sua decisione, adesso accolta definitivamente dall’Assemblea: a surrogare Callipo è Antonio Billari, primo dei non eletti con i “Democratici Progressisti” nella circoscrizione Sud.
Ha così preso ufficialmente posto sui banchi del Consiglio regionale Antonio Billari (“Democratici Progressisti”), che ha surrogato Pippo Callipo (“Io Resto in Calabria”), dimessosi dalla carica di consigliere regionale lo scorso 29 giugno. Appena insediato, Billari ha tenuto il suo primo intervento da consigliere regionale. «Le motivazioni delle dimissioni di Callipo – ha detto – sono serie e pongono la necessità di una profonda riflessione. La Calabria è tra le ultime regioni d’Europa a causa di una politica che non è riuscita a trovare adeguate soluzioni. Il mio ruolo sarà essere la voce degli esclusi. Il mio impegno sarà teso a evitare che si discuta di opere infrastrutturali inutili per dare priorità a quelle necessarie davvero al territorio».
«Gli eventi del Covid 19 – ha aggiunto il neo consigliere regionale – hanno evidenziato una debolezza del nostro sistema sanitario, è necessario ridare centralità al sistema sanitario pubblico: chiedo al ministro Speranza di non rinnovare l’incarico all’attuale commissario e di superare il “Decreto Calabria”. Altro mio impegno è quello della stabilizzazione dei precari. Inoltre, mi batterò per la legalità, la lotta al malaffare, la lotta alla ‘ndrangheta e la difesa dei diritti della persona contro ogni forma di arroganza e sopraffazione». «Altro obiettivo – ha quindi concluso Billari – è perseguire la doppia preferenza di genere». (ant.cant.)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto