Sassaiola contro la polizia alla tendopoli di San Ferdinando: due agenti feriti

Momenti di tensione nell’area dopo che la Regione l’ha dichiarata “zona rossa” perché focolaio di Coronavirus: alcuni migranti hanno protestato per l’impossibilità di uscire e andare a lavorare

SAN FERDINANDO (REGGIO CALABRIA) Una sassaiola contro gli agenti di Polizia che presidiano la tendopoli di San Ferdinando in provincia di Reggio Calabria dove vivono circa 260 immigrati di origine africana e che lavorano nei campi della Piana di Gioia Tauro si è scatenata in tarda serata. Poche ore prima la tendopoli era stata dichiarata “zona rossa” dalla Regione a causa di una quindicina di positivi al Covid 19 che erano stati accertati nei giorni scorsi, su circa 30 tamponi effettuati su base volontaria. Due i poliziotti rimasti feriti non in maniera grave perché raggiunti dalla sassaiola scatenata dai migranti che protestavano per l’impossibilità di poter uscire e andare a lavorare. Nel parapiglia sembra che due dei migranti siano riusciti ad allontanarsi dalla struttura che si trova nell’area industriale di San Ferdinando. La situazione resta di estrema tensione anche se al momento non si registrano altri disordini.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto