Trattative Pd-M5S, Parentela prova a rimediare alla “gaffe” social

Il deputato, ex coordinatore della campagna elettorale alle scorse regionali, spiega che tutto dovrà essere discusso con la base degli iscritti al Movimento

COSENZA Non è ancora chiaro se Paolo Parentela sarà il prossimo coordinatore della campagna elettorale dei grillini alle prossime regionali, di sicuro è che in poche ore è balzato agli onori della cronaca (forse involontariamente) sicuramente senza che nessuno glielo abbia chiesto. Con una storia diffusa sul canale di messagistica WhatsApp aveva lasciato intendere che il Pd e il M5s stessero dialogando in vista delle prossime elezioni regionali. Il regista calabrese della vicenda a parere del parlamentare sarebbe Carlo Guccione, ma il dem si è subito prodigato a smentire ogni tipo di contatto. Anche Paolo Parentela si è detto vittima di un equivoco, nonostante il tono del messaggio fosse abbastanza chiaro: «Questo è il numero di Carlo Guccione» scrive dopo aver consegnato il numero del consigliere regionale. «Lui sale domani e si ferma a Roma qualche giorno per definire con Zingaretti una strategia di alleanze per la Calabria. Penso che parleranno con Vito Crimi e Luigi Di Maio». Questi i contenuti del messaggio che il grillino avrebbe dovuto mandare ad un collega – ha poi spiegato – ma che invece inavvertitamente rende pubblico.

ACQUA SUL FUOCO La cosa ha generato maretta nei pentastellati, al punto che oggi Parentela ritorna sull’argomento specificando ancora meglio quello che ieri aveva provato a sintetizzare in un post su Facebook. Si affida ancora una volta ai social (per arrivare di più ai suoi elettori) per dire la sua versione dei fatti sull’asse M5s-PD. «La questione delle prossime Regionali in Calabria è troppo seria e importante per il Movimento 5 Stelle, che insieme alla propria base dovrà assumere una decisione condivisa sul percorso elettorale da seguire», scrive ancora il deputato.
«In questo fine settimana i 5 Stelle terranno a livello locale le loro assemblee territoriali con gli iscritti per la stesura dei documenti da portare agli Stati Generali di novembre: in Calabria le riunioni si terranno sabato a Reggio Calabria e a Cosenza e domenica a Vibo Valentia, Catanzaro e Crotone». Che nessuna trattativa sia in corso,  il deputato si affretta a comunicarlo anche all’Ansa. «Per qualsiasi decisione sulle alleanze, comunque – aggiunge Parentela – dovremo anche organizzarci come Movimento attraverso gli Stati generali, che si terranno a breve, Covid permettendo, per coinvolgere tutti i nostri iscritti e renderli partecipi delle strategie che andremo ad attuare». (mi. pr.)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto