Mancuso: «Ricomporre divergenze di merito con un confronto senza pregiudiziali»

Pasquale Mancuso replica all’archeologo Francesco Cuteri sulla questione del restauro dell’Abbazia di Carlopoli

Riportiamo di seguito la replica di Pasquale Mancuso, già VicePresidente Comunità Montana dei Monti Reventino Tiriolo Mancuso.

Gentilissimo Professore, leggo la Sua nota di commento alla mia pacata riflessione sui lavori interessanti Corazzo. Le devo alcune necessarie precisazioni: esiste eccome un Accordo di Cooperazione tra il Comune di Carlopoli e la Soprintendenza; io non ho alcun titolo per fare affermazioni di merito sull’idea progettuale e sul progetto esecutivo ed è evidente che il termine “presunta” è dovuto solo alla mia chiara incompetenza tecnica ed è per questo che auspico un sereno confronto tra “competenti” tenendo conto che,in ultima istanza,è bene ricordarlo,è il Comune di Carlopoli  il soggetto istituzionale che “tira le somme” ed è la Soprintendenza che vigila e verifica lo svolgersi dell’intervento;i tempi per la realizzazione dell’intervento sono cadenzati dalla convenzione tra il Comune di Carlopoli e la Regione Calabria.Non ho altro da aggiungere su quanto già dichiarato: mia preoccupazione è esclusivamente rivolta a favorire il superamento di criticità tecniche sulle quali, ripeto ,non ho alcuna competenza e fare in modo che gli sforzi degli ultimi anni non vadano smarriti. Ultima considerazione doverosa: non ero e non sono tra i “decisori” ed alcune Sue perplessità, di natura amministrativa e tecnica, andavano chiaramente rivolte in ben altra direzione. Tutto qui. Spero di conoscerla presto e La ringrazio per l’attenzione.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto