Da Rossano torna in Puglia, mons. Satriano è il nuovo arcivescovo di Bari-Bitonto

Don Giuseppe assolverà al secondo mandato da presule nella sua regione. Era stato ordinato pastore della Chiesa rossanese nel 2014, che rimarrà vacante in attesa della nomina della nuova guida da due a quattro mesi. I saluti rossanesi: «Anche a Bari sarà una guida e un padre»

di Luca Latella
CORIGLIANO ROSSANO
Mons. Giuseppe Satriano sarà nominato oggi a mezzogiorno Arcivescovo di Bari-Bitonto.
La notizia circola da giorni negli ambienti ecclesiastici e giunge in Calabria dalla Puglia. Satriano, alla guida dell’Arcidiocesi di Rossano-Cariati da sei anni, si trasferirà a Bari nelle prossime settimane e succederà, per quello che è il suo secondo mandato vescovile, a mons. Francesco Cacucci.
L’ufficializzazione del suo trasferimento a Bari sarà ufficializzato questa mattina alle 12 dalla Santa sede. Mons. Satriano, dunque, torna nella sua regione. Originario di Brindisi, sessant’anni, è stato ordinato presbitero nel 1985. Dal 1993 al ’97 è stato vicario nella parrocchia SS. Annunziata di Ostuni, che poi ha guidato come parroco fino al 2000. Nei due anni successivi è stato rettore del Seminario diocesano. Fra i suoi uffici, nel 2013 ha servito la chiesa madre di Mesagne come parroco-arciprete ed il 15 luglio 2014 è stato eletto Arcivescovo della Diocesi di Rossano-Cariati dopo essere stato ordinato vescovo il 3 ottobre dello stesso anno. Si è insediato a Rossano il 26 ottobre 2014.
Con la partenza di mons. Satriano, l’Arcidiocesi di Rossano-Cariati potrà subire una vacatio dai due ai quattro mesi, a seconda del mandato del prossimo Arcivescovo. Il diritto canonico, infatti, prevede che se si tratta di un vescovo di prima nomina, potrebbero essere necessari anche quattro mesi di attesa, se il nuovo presule è già stato ordinato vescovo, potrebbe essere nominato nuovo pastore della chiesa rossanese entro i due mesi.
«ANCHE A BARI SARÀ UNA GUIDA E UN PADRE» In una nota giunta a mezzogiorno esatto, frattanto, anche l’Arcidiocesi di Rossano-Cariati ha ufficializzato il trasferimento di mons. Satriano.
«L’annuncio è stato dato alle ore 12 dallo stesso mons. Satriano, nella Chiesa Cattedrale, a conclusione del ritiro del clero. I sacerdoti, i religiosi, le religiose e i fedeli tutti dell’intera Chiesa che è in Rossano-Cariati – recita la nota diramata – esprimono la loro gratitudine al Signore per i sei anni di servizio episcopale svolto da mons. Giuseppe Satriano, pastore buono e forte, capace di dimostrare cura e attenzione nei confronti di tutti. Il suo infaticabile ministero episcopale, vissuto con discrezione e umiltà, ha avuto il suo unico fondamento nella Parola di Dio e nel legame profondo con Cristo».
«L’annuncio del suo trasferimento – prosegue il messaggio dell’Arcidiocesi – giunto in modo inaspettato, provoca nel cuore di tutti un senso di smarrimento. Il cammino ecclesiale avviato in questi anni, stava ponendo le basi solide per la creazione della cultura dell’accoglienza, della cura e dell’accompagnamento, generando speranza nel cuore di tutti. La fiducia nella misericordia del Signore, che non lascia mai soli i suoi figli, e la testimonianza di fede offertaci dal nostro pastore, ci incoraggiano a coltivare il sogno di una Chiesa capace di essere umile e ospitale. Tutta l’Arcidiocesi di Rossano-Cariati, nella preghiera, affida mons. Satriano al Signore, affinché continui a sostenerlo nel suo nuovo servizio, con la certezza che anche la Chiesa di Bari-Bitonto potrà trovare in lui una guida, un padre, un punto di riferimento sicuro». (l.latella@corrierecal.it)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto