De Caprio a Crotone: «Obiettivo discariche zero in due anni» – VIDEO

L’assessore regionale all’ambiente all’evento organizzato dalla consigliera Flora Sculco per discutere di ambiente e gestione rifiuti. «Subito la nomina di un commissario per la bonifica dell’aria industriale. La sfida sarà vinta»

di Gaetano Megna
CROTONE
«Chiedere l’immediata nomina di un commissario per la bonifica dell’area industriale di Crotone, costituire una commissione di esperti che partecipi ai tavoli anche con l’Eni, mettere a disposizione dei territori le università e arrivare entro due anni all’obiettivo di discariche zero». Sono i quattro messaggi lanciati a Crotone dall’assessore regionale all’Ambiente, Sergio De Caprio, nel corso dell’incontro avuto con i giornalisti a conclusione della sua visita ai siti inquinati nella città pitagorica. L’iniziativa è stata organizzata dalla consigliera regionale Flora Sculco. «Chiederemo – ha detto l’assessore regionale all’ambiente – al Governo ed al Ministero dell’ambiente la nomina immediata di un commissario per la bonifica del Sin di Crotone, la convocazione di una commissione permanente sulle attività di bonifica coordinata da Arpacal ed all’Eni la costituzione di una commissione di monitoraggio sulla subsidenza dovuta all’estrazione del metano». La richiesta per la nomina del commissario, secondo quanto detto da De Caprio, sarà dunque presentata «in tempi brevi» al governo nazionale.

L’obiettivo della Regione è quello di arrivare alla conclusione del progetto di bonifica in condivisione con l’amministrazione comunale. Il Comune di Crotone, all’iniziativa di oggi, è stato rappresentato dal vicesindaco temporaneo Filly Pollinzi. Il sindaco Vincenzo Voce e il vicesindaco “titolare” della delega Rossella Parisi sono in quarantena perché risultati positivi al tampone del Covid-19. Pollinzi ha portato i saluti dell’amministrazione comunale e ha ribadito che la posizione del Comune di Crotone è quella che prevede la rivisitazione del Progetto operativo di bonifica 2 (Pob fase 2). De Caprio più volte ha ribadito che «tutto sarà fatto in perfetto accordo con l’amministrazione e nell’interesse dei cittadini». La commissione che De Caprio intende costituire, «a totale carico finanziario della Regione», dovrà partecipare a tutti i tavoli di confronto e decisionali che saranno aperti da questo momento in avanti e dovrà monitorare ogni attività che si intende mettere in cantiere, compreso il fenomeno della subsidenza dove ci sono estrazioni a mare. Saranno valutati gli interessi privati che potrebbero esserci nei siti dove si praticano estrazioni, ci sono pale eoliche e quant’altro. I rapporti con le università calabresi dovranno essere costanti. Sul coinvolgimento delle università c’è già l’assenso dell’assessore regionale all’Istruzione, Sandra Savaglio, con la quale il “Capitano ultimo” ha impostato il ragionamento ottenendo la massima disponibilità. Nelle linee guida che la Regione Calabria ha scelto per il nuovo piano dei rifiuti è previsto l’obiettivo delle discariche zero. Proprio per questo nelle ultime ore sono state riaperte le discariche esistenti di San Giovanni in Fiore e Cassano allo Ionio. Nei prossimi giorni si procederà con la riapertura dei siti di Melicuccà e Motta San Giovanni. “Capitano ultimo” spera di andare avanti con queste discariche, già esistenti, sino a quando non sarà attuato il progetto di azzerare totalmente gli impianti dei rifiuti. Se entro due anni l’obiettivo non si raggiunge si dovrà purtroppo pensare a nuovi impianti. Sculco ha ringraziato De Caprio e ha detto che «è il primo assessore regionale all’ambiente ad avere calpestato il suolo di Crotone». In verità i due precedenti assessori regionali all’Ambiente, Franco Pugliano e Antonella Rizzo, erano proprio crotonesi. Addirittura Pugliano è stato uno dei massimi rappresentanti del movimento politico che fa riferimento agli Sculco. Movimento che stamattina era molto presente a partire da Gianfranco Turino, che ha coordinato l’incontro con la stampa. De Caprio è stato impeccabile rappresentante delle istituzioni, ma in molti oggi hanno avuto la sensazione che è stata ufficialmente aperta la campagna elettorale per le regionali.
IL PIANO GESTIONE RIFIUTI De Caprio ha anche anticipato qualche novità riguardo le integrazioni al piano di gestione dei rifiuti della Calabria. «L’obiettivo – ha detto l’assessore – è arrivare a discariche zero attraverso la realizzazione di impianti tecnologicamente innovativi entro due anni. Per questo abbiamo anche deciso di non far realizzare nuove discariche, ma di usare quelle esistenti mettendole in sicurezza e recuperandole. La nostra volontà – ha detto ancora l’assessore – sarà quella che viene dall’autodeterminazione dei cittadini. Tocca però praticarla perché se non lo é lascia spazio a decisioni prese da altri, creando sovrastrutture di dominio». (redazione@corrierecal.it)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto