Decreto Calabria, sbloccate le assunzioni per medici, infermieri e oss

Spirlì: «È un primo segno di distensione». Roberto Occhiuto: «Il prossimo commissario avrà l’immediata possibilità di procedere a queste nuove assunzioni». Magorno: «Ora si proceda alla nomina del nuovo Commissario alla Sanità calabrese»

CATANZARO «Esprimo grande soddisfazione per la decisione di sbloccare il turnover del personale sanitario e sociosanitario della Calabria. Le nostre richieste sono state finalmente accolte».
Lo dichiara il presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì, in merito agli emendamenti al Decreto Calabria, approvati oggi dalla commissione Affari sociali della Camera, che autorizzano il reclutamento di nuovi medici, infermieri e operatori sanitari nelle strutture della regione.
«Si tratta – aggiunge Spirlì – di un primo segno di distensione in un campo che, in questi giorni, ci vede combattenti impegnati in prima linea per la tutela della salute della nostra gente di Calabria. La Giunta e io ci auguriamo che questo primo passo, figlio di costanti interlocuzioni con il Governo, sia foriero di ulteriori importanti decisioni in campo sanitario».
«Le colpe di molti – sottolinea ancora il presidente facente funzioni della Regione – non possono minare il diritto alla salute dei calabresi né le legittime aspettative di tutti quei professionisti della sanità che, pur avendo dedicato anni allo studio e alla preparazione, si trovano ignobilmente parcheggiati, mentre della loro professionalità c’è un gran bisogno. Continueremo a dialogare con tutti coloro i quali siano disponibili a farlo pur di rendere alla Calabria una sanità dignitosa e sorella delle migliori in Italia».
Dl Calabria: Fi, ok a nostra proposta assunzioni in sanità.
È già partita la gara a chi cerca di porre il cappello sull’emendamento. Lo chiamano “il mio emendamento” sia Roberto Occhiuto di Forza Italia che Ernesto Magorno di Italia Viva.

ESULTA ROBERTO OCCHIUTO «Via libera a nuove assunzioni nelle strutture sanitarie calabresi per reclutare nuovi medici, infermieri, operatori socio-sanitari, anche da impiegare nei pronto soccorso. La Commissione Affari sociali della Camera ha approvato un mio emendamento riformulato al decreto Calabria. Avevamo chiesto di inserire esplicitamente la possibilità di assumere a tempo indeterminato, ma questo è comunque un grande risultato per la Calabria. Il prossimo commissario avrà l’immediata possibilità di procedere a queste nuove assunzioni: una buona notizia per la nostra terra in questo momento complicato», comunica in una nota Roberto Occhiuto, vice capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.
ESULTA MAGORNO «Approvato alla Camera dei Deputati il mio emendamento al Decreto Calabria». Lo afferma, in una nota, il senatore Ernesto Magorno. «Presentato dal Capogruppo di Italia Viva in Commissione Affari Sociali, onorevole De Filippo, e sostenuto da 70 sindaci calabresi – aggiunge Magorno – l’emendamento prevede un coinvolgimento diretto dei sindaci nelle azioni che la struttura commissariale metterà in campo per far fronte all’emergenza sanitaria in corso. È un risultato importante che sancisce il ruolo centrale dei primi cittadini, ed è, soprattutto, una buona notizia per i cittadini calabresi che nei sindaci trovano quotidianamente risposte alle emergenze. Ora si proceda senza alcun indugio alla nomina del nuovo Commissario alla Sanità calabrese. Non si può perdere altro tempo».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto