Migranti di San Ferdinando, il Viminale concede 30 moduli abitativi

Le strutture da 8 posti ciascuna saranno situate nei comuni del comprensorio reggino. Fissata per giorno 13 una nuova riunione in Prefettura

REGGIO CALABRIA Il Ministero dell’Interno ha messo a disposizione 30 moduli abitativi, da 8 posti ciascuno, da destinare ai migranti sgomberati dalla baraccopoli di San Ferdinando. I moduli saranno collocati a San Ferdinando
ed in altri comuni del comprensorio. A tale scopo si è svolta nella Prefettura di Reggio Calabria, convocata dal prefetto, Michele di Bari.«Una riunione finalizzata – è detto in un comunicato – all’individuazione di soluzioni condivise con gli amministratori della Piana di Gioia Tauro volte ad offrire ospitalità ai migranti che sono stati
accolti temporaneamente nella nuova tendopoli recintata e controllata e in un altro attendamento attiguo tenuto anche questo sotto controllo. I sindaci che hanno partecipato all’incontro sono quelli di Anoia, Candidoni, Cittanova,
Melicucco, Oppido Mamertina, Palmi, Rizziconi, Rosarno, San Ferdinando e Seminara, oltre al vice Sindaco di Taurianova ed ai componenti la Commissione straordinaria che gestisce il Comune di Gioia Tauro». Gli amministratori comunali sono stati invitati a verificare la possibilità di collocare nei rispettivi territori almeno due
delle unità abitative. «A tale riguardo – si afferma ancora nella nota della Prefettura – i Sindaci ed i Commissari
straordinari hanno espresso la loro disponibilità a disporre sopralluoghi da parte degli Uffici tecnici comunali per
individuare i siti idonei per l’eventuale collocazione degli alloggi. La riunione è stata aggiornata, per l’esame degli esiti dei sopralluoghi, a dopodomani, mercoledì».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto