Cis, riunione in Prefettura a Reggio Calabria con Invitalia

L’appuntamento, utile ad illustrare i contenuti e le modalità con cui si realizzerà il contratto istituzionale di sviluppo, è stato coordinato dal Prefetto Cesare Mariani. Hanno partecipato anche il sindaco Giuseppe Falcomatà e Domenico Arcuri

REGGIO CALABRIA «Speriamo che dalla giornata di oggi possano partire delle importanti e concrete proposte da parte degli enti locali». É l’auspicio formulato dal prefetto di Reggio Calabria Massimo Mariani al termine della riunione operativa promossa con Invitalia e la Città Metropolitana per l’attuazione del Contratto Istituzionale di Sviluppo (Cis) per interventi speciali di sviluppo economico e di coesione sociale e territoriale. All’incontro, svoltosi in Prefettura, hanno partecipato sindaci e commissari straordinari dei 97 comuni della provincia, il sindaco della Città Metropolitana, il rettore dell’Università Mediterranea, il presidente della Camera di Commercio, il presidente dell’Ente Parco nazionale dell’Aspromonte, l’Autorità Portuale di Gioia Tauro, le Associazioni datoriali e sindacali, e il presidente di Invitalia Domenico Arcuri. «Bisogna spendere bene le risorse che ci sono – ha sostenuto il prefetto Mariani – e portare avanti questi progetti a livello esecutivo. Questa di oggi è stata una riunione preliminare per illustrare le modalità attuative di questa iniziativa, che saranno coordinate da me e dalla Città Metropolitana. Mi auguro che tutto proceda in tempi ragionevolmente celeri, nell’interesse del territorio e che le proposte siano numerose». «Il Contratto istituzionale di sviluppo – ha detto il presidente di Invitalia, Domenico Arcuri – è uno strumento per accelerare la capacità progettuale, per provocare la realizzazione di interventi cantierabili concentrati nel tempo è nello spazio. E’ una esperienza che abbiamo già, con soddisfazione, realizzato in Capitanata e Molise, lo stiamo facendo anche in Basilicata e nel Sud della Sardegna, oggi cominciamo nel Sud della Calabria, per condividere un percorso, provocarne la capacità progettuale. E’ stato un incontro molto positivo. Speriamo di continuare così”. Per il sindaco della Città Metropolitana, Giuseppe Falcomatà, si tratta di “un’opportunità in più, risorse in più, vincolate allo sviluppo economico, culturale, turistico, sportivo e sociale dei nostri territori. Noi sindaci siamo spesso alle prese con i problemi quotidiani. Oggi si è discusso di altro, si è discusso di visione futura della Città Metropolitana. I contratti istituzionali di sviluppo hanno proprio questo obiettivo: è nata oggi una cabina di regia che mette dentro la Città Metropolitana, la Prefettura e Invitalia, che farà da stazione appaltante, per l’attuazione di progetti che arrivino alla fase esecutiva e alla cantierizzazione». Soddisfatto dell’incontro anche il sindaco della città metropolitana. «Inizia oggi – ha aggiunto Falcomatà – un percorso che dovrà concludersi entro quest’anno e porterà benefici da tutti i punti di vista al nostro territorio. Già diversi nostri Comuni sono avanti, nonostante, molti, scontino la difficoltà di avere poco personale negli uffici tecnici, e nel corso degli anni non essere riusciti a progettare e pianificare lo sviluppo del territorio e avere le risorse necessarie per attuarlo. Questi contratti di sviluppo sono già stati firmati dal presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, qualche giorno fa a Foggia. Sono risorse nuove, non aggredibili da altro tipo di situazioni. Sono risorse che però vanno spese entro breve tempo»







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto