“Operazione Galassia”, estradata in Italia Ivana Ivanovic – VIDEO

La donna era riuscita a sfuggire alla cattura a novembre dello scorso anno. È coinvolta nell’inchiesta della Distrettuale di Reggio sui rapporti tra clan e società di scommesse

Galassia

ROMA È sbarcata all’aeroporto internazionale di Ciampino Ivana Ivanovic, la donna colpita da ordine di cattura emesso a novembre dello scorso anno dalla Procura della Repubblica di Reggio nell’ambito dell’operazione “Galassia”. La donna era ricercata da quella data perché era fuggita all’estero e successivamente è stata individuata in Montenegro e arrestata il 3 agosto scorso  in esecuzione del mandato di arresto europeo e internazionale.
Alla cattura e alla successiva estradizione si è giunti dopo una serrata indagine condotta dal nucleo P.E.F. di Reggio Calabria e dal Servizio centrale investigazione criminalità organizzata della Guardia di Finanza, con il determinante supporto del II° Reparto del Comando Generale del Corpo e del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Dipartimento della Pubblica Sicurezza.
La donna, accusata di associazione a delinquere di stampo mafioso, truffa ai danni dello Stato e dichiarazioni fiscali infedeli, si era inizialmente sottratta al provvedimento di Fermo emesso dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria il 12 novembre 2018, ed era destinataria di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale reggino del 5 dicembre del 2018.

L’INCHIESTA L’operazione in cui è rimasta coinvolta la donna è stata condotta dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria che con proprio provvedimento aveva disposto il fermo nei confronti di 18 soggetti – tra i quali la Ivanovic – nonché il sequestro preventivo di 23 società estere, 15 imprese operanti sul territorio nazionale, 33 siti nazionali e internazionali, numerosi immobili, automezzi, conti correnti italiani ed esteri e innumerevoli quote societarie per un valore complessivo stimato in oltre 723 milioni di euro.
L’indagine, coordinata dal procuratore capo Giovanni Bombardieri, aveva fatto emergere l’esistenza di una serie di associazioni per delinquere operanti sul territorio nazionale nel settore della raccolta del gioco e delle scommesse con i marchi “Planetwin365”, “Betland” ed “Enjoybet” le quali avevano stretto legami con la ‘ndrangheta. Grazie a questo rapporto da un lato avevano consentito alle cosche di infiltrarsi nella propria rete commerciale e di riciclare gli imponenti proventi illeciti, dall’altro avevano tratto esse stesse significativo supporto per l’ampliamento della propria rete commerciale e per la distribuzione capillare del proprio marchio sul territorio.

LA CATTURA Fin dalla mancata cattura, gli inquirenti si erano attivati per rintracciare la donna e allo scopo è stata portata avanti dagli inquirenti un’indagine complessa finalizzata proprio a individuare il luogo di latitanza della Ivanovic.
Le indagini alla fine hanno permesso agli investigatori di rintracciare la donna in Montenegro e di eseguire lo scorso 2 agosto il mandato di cattura internazionale.
Grazie anche al supporto del Gruppo della Guardia di Finanza e della Polizia di Frontiera Aerea di Fiumicino, la donna, dopo essere giunta all’aeroporto Leonardo da Vinci, è stata trasferita alla Casa Circondariale di Roma Rebibbia e messa a disposizioni della magistratura. (rds)

Operazione “Galassia”, estradata la latitante Ivana Ivanovic

Operazione “Galassia”, estradata la latitante Ivana Ivanovic

Pubblicato da L'altro Corriere TV su Giovedì 21 novembre 2019





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto