Irto inaugura la sua segreteria: «Da Callipo le uniche idee per il futuro della Calabria»

Il capolista PD alle Regionali: «Da Callipo le uniche idee per il futuro della Calabria. La sanità torni allo Stato, no a lotte di potere sul nome del commissario. La Zes è merito nostro. L’aeroporto dello Stretto era fallito ma siamo riusciti a non farlo chiudere. Il futuro è dei giovani».

REGGIO CALABRIA  Larghissima partecipazione popolare all’inaugurazione della segreteria politica di Nicola Irto, capolista del Partito Democratico nella circoscrizione Calabria Sud, con Callipo presidente, alle elezioni per il rinnovo del Consiglio regionale che si svolgeranno il prossimo 26 gennaio. Centinaia di persone hanno affollato il “quartier generale” di via Marvasi per l’apertura ufficiale della campagna elettorale del presidente dell’Assemblea legislativa calabrese. Nel breve saluto ai tanti amici e sostenitori che hanno deciso di non mancare all’appuntamento, Nicola Irto ha sottolineato: «Siamo l’unico argine alla deriva populista, a una politica fondata sulla demagogia e sull’idea che il Sud debba essere abbandonato a se stesso e l’Italia debba essere isolata a livello internazionale. A livello regionale, i nostri avversari non hanno proprio parlato di programmi. Mentre Pippo Callipo ha lanciato dieci proposte chiare per il futuro della Calabria, da parte degli altri non è stata avanzata un’idea che sia una». Intervistato dalla numerosa stampa presente, Nicola Irto ha parlato di svariati temi, tra cui la sanità: «Da anni la nostra proposta è di farla gestire direttamente dallo Stato perché i cittadini calabresi devono avere gli stessi diritti di tutti gli altri italiani, non si possono fare solo lotte di potere sul nome del commissario». A proposito del porto di Gioia Tauro, «è grazie a noi se è stata realizzata la Zes. È un merito oggettivo che rivendichiamo. Adesso bisogna puntare a incrementare i traffici e a sviluppare il retroporto». Sui trasporti: «L’aeroporto dello Stretto deve essere aperto alle low cost e la società unica di gestione deve fare un piano industriale che vada in questa direzione. Nessuno deve dimenticare che questo aeroporto era fallito, eppure non ha chiuso neanche un giorno grazie ai nostri sforzi. Ora bisogna fare il salto di qualità perché i reggini hanno bisogno di collegamenti veloci ed economici». Infine, da parte di Nicola Irto, un’attenzione particolare ai giovani da sempre al centro del suo impegno: «Porre fine all’emigrazione è il compito più importante per la politica. C’è chi vorrebbe sottrarci i giovani migliori per continuare ad arricchire il Nord, salvo poi attribuire diritti di serie B a chi resta al Sud. Ho la fortuna di aver iniziato il mio percorso politico ai tempi dell’università e in questo cammino sono sempre stato circondato e accompagnato da giovani. Continuerò a lavorare per questo, perché bisogna avere cura del loro futuro che è il futuro della Calabria».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto