L’Università Mediterranea in vetta alla classifica Censis 2020

La dichiarazione del Rettore Marcello Santo Zimbone per il secondo posto raggiunto dall’Ateneo reggino: «Tale risultato dà chiaramente conto dell’impegno volto a fornire servizi sempre più ampi, continuamente e rapidamente adeguati alle esigenze degli studenti iscritti»

REGGIO CALABRIA È stata recentemente diffusa la classifica Censis 2020 delle Università italiane, analizzate per categorie omogenee rispetto al numero di studenti iscritti. La classifica discende dal punteggio attribuito ad alcuni indicatori chiave che misurano la qualità degli Atenei in termini di: servizi erogati, borse e contributi a favore degli studenti, strutture messe a disposizione, modalità di comunicazione, livello di internazionalizzazione, occupabilità dei laureati. Essa è accompagnata da altre classifiche elaborate per tipologia di laurea (lauree triennali, magistrali a ciclo unico e magistrali biennali) e per gruppi disciplinari in relazione alla progressione di carriera degli studenti e ai rapporti internazionali. Tutte le classifiche sono consultabili all’indirizzo https://www.censis.it. Nella classifica relativa agli Atenei statali di ridotte dimensioni (fino a 10.000 iscritti), l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria si colloca al secondo posto, guadagnando 4 posizioni rispetto al 2019, grazie al progresso conseguito nella maggior parte degli indicatori e, in particolare, in quelli relativi alle strutture e ai contributi a favore degli studenti.
«Tale risultato dà chiaramente conto dell’impegno volto a fornire servizi sempre più ampi, continuamente e rapidamente adeguati alle esigenze degli studenti iscritti». Questo il commento del Rettore Santo Marcello Zimbone.
«Per l’anno accademico 2020-2021 – prosegue il Rettore – considerato il perdurare della situazione di emergenza sanitaria, sono previste speciali iniziative rivolte a sostenere gli studenti e le famiglie, quali, ad esempio, la creazione di uno sportello telematico informativo personalizzato, l’estensione delle fasce di esonero totale dalla contribuzione studentesca, nonché degli esoneri parziali, la consegna di tablet ai nuovi iscritti per agevolare la fruizione dei servizi da remoto. Sono confermati i servizi gratuiti attualmente disponibili, come il tutorato personalizzato, i servizi-navetta di trasporto, i servizi sportivi, medico-sanitari, ricreativi, WI-FI e altri ancora. E’, inoltre, possibile usufruire di borse di studio, premi di laurea e sussidi, alloggi presso le residenze universitarie, periodi di studio all’estero».
«L’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria – conclude Santo Marcello Zimbone – intende consolidare sempre più la propria vicinanza ai giovani, alle famiglie e al territorio, mediante l’ampliamento dei servizi offerti e dell’offerta formativa ricca di indirizzi, la valorizzazione di una rete di laboratori d’eccellenza, il potenziamento degli impianti residenziali e bibliotecari, il miglioramento dell’accessibilità e dell’assetto urbanistico della cittadella universitaria, la progettazione di un grande Campus per l’Innovazione».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto