Reggio, Barbera fuori dal coordinamento regionale del Pd

A comunicarlo è il commissario regionale Stefano Graziano che con una nota decreta l’espulsione del coordinatore candidato alle amministrative di Reggio Calabria a sostegno di Minicuci contro Falcomatà. La decisione dopo che la vicenda era stata denunciata dal Corriere della Calabria

REGGIO CALABRIA «La scelta di candidarsi a sostegno di Minicuci alle comunali di Reggio Calabria pone Luigi Barbera fuori dal coordinamento regionale del Partito Democratico della Calabria, per il quale abbiamo adottato il criterio di includere tutti i candidati alle ultime regionali. A Reggio Calabria tutto il PD è mobilitato a sostegno di Giuseppe Falcomatà». Lo dichiara il commissario regionale del Partito Democratico della Calabria Stefano Graziano.
L’intervento del partito parrebbe così mettere la parola fine allo strano caso di “bilocazione politica” capitato al messinese Luigi Barbera, ispettore della Polizia Penitenziaria, attualmente in forza al carcere di Arghillà di Reggio Calabria, responsabile Sicilia e Calabria del Movimento GOL, segretario regionale del sindacato di polizia penitenziaria Sinappe. Un caso sollevato proprio dal Corriere della Calabria.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto