L’Islam contagia Salvini? A Reggio il sovranismo musulmano in salsa calabra

Una candidata di origini marocchine, Nezha Lazreq, in corsa con il candidato sindaco leghista Minicuci nel suo profilo facebook imbraccia un mitragliatore. In passato inveiva contro il leader del Carroccio

REGGIO CALABRIA Tutti possono partecipare al governo delle città e tutti scelgono come farlo ma questa volta, ne siamo convinti, la strategia pensata dall’aspirante consigliera comunale che appoggia il candidato sindaco leghista Minicuci per sbaragliare la concorrenza solleverà non poche polemiche.
Accade a Reggio Calabria e la foto usata sul profilo facebook è inequivocabile: Nezha Lazreq, di origini marocchine, in assetto da “Jihad”, imbraccia un fucile mitragliatore (dalla foto sembrerebbe vero ma potrebbe trattarsi di un innocuo softair game) e sfodera la sua cultura e un sorriso, a dire il vero, poco rassicurante. 
La stessa foto, postata a giugno 2018, viene accompagnata da un commento ironico: «Dov’è Salvini?», come a lasciar intendere: dov’è l’infedele da combattere?
Al di là delle possibili interpretazioni, benevole o no che siano, sul fondo di questa ennesima vicenda (altre ve ne sono state in giro per l’Italia) rimane un’amara constatazione, chi ambisce a ricoprire ruoli di rappresentanza o chi già li ha, mostra poca, pochissima consapevolezza di quei ruoli.
La rappresentanza dei cittadini ed i messaggi che si veicolano sono argomenti seri, non possono e non devono essere caratterizzati da simili superficialità, a voler essere buoni.
Tra l’altro nell’era della comunicazione per immagini è del tutto inconcepibile ed inaccettabile che non si presti attenzione al valore simbolico, ed anche pedagogico, di una foto, di un post, di un cinguettio.
La candidata reggina è impegnata nel sociale e non mettiamo in dubbio che le sue uniche intenzioni bellicose siano quelle di fare “strage” di voti, tuttavia la foto in questione parlava e parla da sé.
Salvini in pochi anni ha cambiato idea sui “terroni” ma siamo certi che Nehza Lazreq riuscirà a redimere il “capitano” della Lega e convertirlo all’Islam made in Calabria? (redazione@corrierecal.it)

 





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto