Reggio, riattivato il Padiglione Covid del Grande ospedale metropolitano

Istituito un Pronto soccorso per pazienti con sintomi sospetti. Un centro per l’esecuzione dei tamponi nel presidio ospedaliero “Morelli”

REGGIO CALABRIA «Il Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria, identificato dal presidente della giunta regionale come “Ospedale Covid”, in considerazione dell’attuale situazione epidemiologica che ha determinato un aumento dei casi d’infezione da Sars CoV2, rende noto che è stato riattivato, con personale dedicato, il Padiglione Covid ubicato nella torre E del presidio ospedaliero “Riuniti”». Ne dà notizia un comunicato dello stesso ospedale.
«In tale padiglione – si aggiunge nella nota – sono attivi: Triage Covid; Pronto Soccorso Covid; Locali valutazione pediatrica per minori con sintomatologia suggestiva per infezione da Covid-19; Radiologia dedicata Covid; Osservazione Breve Intensiva Covid; Pneumotisiologia Covid; Malattie Infettive Covid. Apposita cartellonistica fornisce indicazioni dettagliate per raggiungere il padiglione in questione, il cui accesso è vietato ai visitatori e/o accompagnatori dei pazienti. Si invitano coloro i quali presentano sintomatologia sospetta per infezione da Sars Cov2 (tosse, febbre, difficoltà respiratorie, perdita del gusto o dell’olfatto) e che necessitano di cure ospedaliere a recarsi al “Pronto Soccorso Covid” attraverso il percorso dedicato e non al Pronto Soccorso ordinario, il quale continuerà a svolgere le normali attività assistenziali. Presso il Presidio Ospedaliero “Morelli” verrà istituito un centro per l’esecuzione dei tamponi per i pazienti onco-ematologici in carico ai reparti di Ematologia, Oncologia, Ctmo e che potrà essere utilizzato, in caso di necessità, anche per i pazienti delle altre Unità del Presidio».
«Il Gom, inoltre – è detto ancora nel comunicato – invita la popolazione a un uso consapevole dei servizi di emergenza e ribadisce le regole generali per la prevenzione dell’infezione da Sars Cov2: lavaggio delle mani; uso della mascherina e distanziamento sociale. Ove la situazione epidemiologica dovesse richiedere l’adozione di ulteriori misure, necessarie al contenimento del contagio, ne verrà data opportuna comunicazione».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto