Autorizzate 209 assunzioni tra medici e infermieri al Gom di Reggio Calabria

I telegrammi di reclutamento partiranno già nelle prossime ore, la durata per l’incarico è prevista fino «al permanere dello stato di emergenza». Accettare l’incarico «potrebbe costituire un prerequisito ad eventuali forme di future stabilizzazioni»

REGGIO CALABRIA Il Commissario per il rientro del debito della Sanità in Calabria, Saverio Cotticelli ha autorizzato l’assunzione a tempo determinato di 209 figure professionali, tra medici, infermieri, tecnici ed Oss (Operatori Socio Sanitari). Ne ha dato notizia l’Azienda ospedaliera “Bianchi-Melacrino-Morelli” di Reggio Calabria. Dal Grande Ospedale Metropolitano si parla «di un importante ed ulteriore passo avanti per rafforzare le linee di difesa contro il Covid-19, garantendo al meglio, nel contempo, anche l’assistenza per tutti i pazienti affetti da altre patologie nel quadro di un contesto pandemico ad oggi ancora non definibile in tutti i suoi aspetti». La decisione di Cotticelli è scaturita da una serie di incessanti, ripetute e corali richieste caratterizzate da un forte spirito di appartenenza e di una dimostrata dedizione per la tutela della salute dei cittadini, resi più impellenti dalla nuova crescita dei contagi da CoViD-19. «I telegrammi di reclutamento – informa la nota del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria – partiranno nelle prossime ore e, tenuto conto che le assunzioni saranno protratte fino al permanere dello stato d’emergenza. I destinatari dovranno porre attenzione ad eventuali rifiuti perché il servizio reso potrà costituire prerequisito ad eventuali forme di future stabilizzazioni».
L’IMPEGNO PROFUSO DAL PREFETTO Della questione si era registrato anche l’intervento di qualche rappresentante istituzionale, infatti, è da mesi oggetto di interesse del Prefetto che, con grande cognizione di causa, dopo essere stato edotto sulla situazione da parte della Direzione strategica del Gom assieme a tutti i responsabili dei Dipartimenti sanitari, ha avviato uno specifico tavolo di interlocuzione, tuttora in corso, con la Struttura commissariale e con i Ministeri competenti. «Per tale motivo la Direzione strategica – è scritto in una nota – ritiene irrispettosa nei confronti del Prefetto nonché della stessa Direzione del Gom la comunicazione di qualche rappresentante istituzionale che si è autointestato la decisione del Commissario ad acta di autorizzare l’assunzione di figure per l’emergenza Covid laddove tale decisione, che nulla ha a che vedere con la questione del  sottodimensionamento del fabbisogno, è scaturita da una interlocuzione diretta, nella mattinata del 23 ottobre, della Direzione generale e della Direzione Medica di presidio del Gom con lo stesso Commissario ad acta a fronte di una situazione assistenziale divenuta insostenibile. La Direzione strategica del Gom – conclude la nota -, auspicando che la buona politica ne affianchi l’opera a tutela della salute dei Cittadini, ritiene doveroso fornire la presente precisazione da una parte per salvaguardare la preziosa opera di S. E. il Prefetto e, dall’altra, per chiedere alle Istituzioni una corretta comunicazione degli eventi senza sensazionalismi ed autoattribuzione di meriti derivanti da attività altrui che non giovano, soprattutto in questi momenti, alla chiarezza dovuta alla pubblica opinione».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto