Call center, i sindacati siglano un accordo per oltre 800 lavoratori (220 a Locri)

I lavoratori coinvolti dal cambio di appalto manterranno profili orari, livelli, scatti di anzianità, articolo 18, anzianità convenzionale

ROMA «A seguito della assegnazione della commessa Enel alla Rti Sh-Sdc, si è svolto oggi l’incontro,
richiesto dalle segreterie nazionali di Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil, al termine del quale si è raggiunto un accordo che ha garantito la piena applicazione della clausola sociale per 832 lavoratori, di cui 183 Pistoia e 220 Locri (Call&Call) e 429 Taranto (Teleperformance)».
Lo fanno sapere le segreterie nazionali dei sindacati di categoria, in una nota unitaria. I lavoratori coinvolti dal cambio di appalto «grazie a questo importante accordo manterranno profili orari, livelli, scatti di anzianità, articolo 18, anzianità convenzionale. Attraverso l’accordo sottoscritto – prosegue la nota – sarà garantita continuità occupazionale anche ai lavoratori con contratto in somministrazione e a tempo determinato, che saranno contrattualizzati direttamente con le società System House ed System Data Center».
Le organizzazioni sindacali esprimono «grande soddisfazione per l’importante traguardo raggiunto, grazie alla piena applicazione della clausola sociale, che si conferma – concludono – un’importante conquista sindacale per le lavoratrici ed i lavoratori del settore».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto