Locri, Ortopedia chiusa «per scelta di quattro medici»

Il sindaco Calabrese contesta la scelta e annuncia una (nuova) mobilitazione. «Ho chiesto al prefetto di sospendere l’efficacia del provvedimento». Domani incontro con la Uil

LOCRI Il reparto di Ortopedia dell’ospedale di Locri è chiuso. La situazione, secondo quanto scrive il sindaco della città Giovanni Calabrese, è «degenerata» dopo l’incontro in Prefettura a Reggio Calabria. Il primo cittadino ringrazia il prefetto Massimo Mariani per la riunione nella quale «si era esclusa la chiusura del reparto». E ricorda che «la proposta “tecnico – sanitaria” di chiudere, che ha trovato purtroppo accoglienza con delibera dei commissari (dell’Asp di Reggio Calabria, ndr), porta la firma di quatto medici dell’Asp che non hanno voluto evidentemente trovare altra praticabile soluzione».
Per il sindaco di Locri «non si risolvono i problemi dell’Ospedale chiudendo i reparti e chi pensa di scatenare una guerra tra Locri e Polistena si sbaglia: entrambe le strutture sanitarie devono essere tutelate». Mercoledì Calabrese «a seguito della formale comunicazione della determinazione dell’Asp, ha avuto un lungo e cordiale confronto telefonico con il prefetto Meloni, al quale ha chiesto di sospendere l’efficacia del provvedimento in attesa dell’insediamento del nuovo direttore sanitario aziendale di recente nominato».
Inoltre, il sindaco ha ricevuto richiesta di incontro urgente da parte della segreteria confederale della Uil, «sindacato che da sempre si è speso sul problema dell’Ospedale di Locri». L’incontro con il Segretario Nuccio Azzarà si terrà domani mattina presso il Palazzo Municipale della Città di Locri «per condividere iniziative comuni finalizzate alla revoca della sospensione dei ricoveri e delle prestazioni sanitarie nel reparto di Ortopedia».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto