Statale 106, sindaci della Locride a Roma: «Risorse ancora insufficienti»

Una delegazione di primi cittadini ha incontrato il sottosegretario alle Infrastrutture: «Ci sono 130 milioni per il prolungamento nel Reggino. Ma non bastano»

LOCRI «II presidenti dell’assemblea e del Comitato dei sindaci della Locride, rispettivamente Caterina Belcastro e Giuseppe Campisi, assieme ai primi cittadini di Locri e San Luca, Giovanni Calabrese e Bruno Bartolo, accompagnati da Klaus Davi, consigliere comunale di San Luca, promotore dell’incontro, hanno incontrato a Roma il sottosegretario alle Infrastrutture e ai trasporti, Salvatore Margotta. Al centro del confronto lo stato di avanzamento dei lavori delle principali arterie della Locride». Lo riferisce un comunicato diramato dagli amministratori. «Dalla riunione – si aggiunge nella nota – si è avuta conferma dello stanziamento di 130 milioni di euro per il prolungamento di alcuni tratti della strada statale 106 che riguardano Caulonia-Monasterace e Locri-Ardore, risorse importanti ma non sufficienti per le necessità del nostro territorio. Nei prossimi giorni ci sarà un confronto con il Compartimento Anas Calabria il cui responsabile è stato contattato telefonicamente per definire le modalità del tavolo, con il coinvolgimento della Regione Calabria, attore-attuatore principale degli interventi programmati e richiesti».
«Continua l’azione dei Sindaci – conclude il comunicato – al fine di trovare un’adeguata soluzione alle tante criticità che attanagliano il nostro territorio».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto