Nuovo sbarco della Locride, una cinquantina i migranti a bordo di una barca a vela – VIDEO

Ci sarebbe un disperso. Il sindaco di Locri, Giovanni Calabrese: «La nostra è una terra di frontiera e di speranza. Al nostro isolamento si aggiunge la disperazione dei migranti che quotidianamente approdano sulle nostre coste dove trovano certamente solidarietà, calore umano, accoglienza, assistenza, ma anche l’inizio di un nuovo calvario»

LOCRI Una barca a vela con a bordo una cinquantina di migranti è stata intercettata al largo di Camini, nella Locride. Due persone che erano a bordo, probabilmente gli scafisti, si sono gettati in mare all’arrivo delle unità navali delle forze dell’ordine avvertite da alcuni pescatori che si trovavano sulla riva. Uno dei due è stato poi bloccato a terra dai carabinieri. L’altro, secondo il racconto di un testimone, è apparso in difficoltà poco dopo essersi allontanato dalla barca ed è sparito tra le onde. Sono in corso le ricerche da parte della Guardia costiera. La barca è stata poi agganciata ad una unità navale che la porterà nel porto di Roccella Ionica. Si tratta dell’undicesimo sbarco di migranti nella Locride nelle ultime tre settimane.
«Locride terra di frontiera e di speranza. In corso uno sbarco di una “carretta del mare” con a bordo oltre cinquanta giovani alla ricerca di una nuova opportunità di vita.  Al nostro isolamento si aggiunge la disperazione dei migranti che quotidianamente approdano sulle nostre coste dove trovano certamente solidarietà, calore umano, accoglienza, assistenza, ma anche l’inizio di un nuovo calvario. Un grazie alle Forze dell’Ordine e ai Sindaci dei territori chiamati ad ulteriori sforzi per affrontare senza mezzi, strutture e risorse queste difficili situazioni», conclude Calabrese.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto