Operazione Diana: scarcerato Domenico Scicchitano

Agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. È imputato di rapina ai danni di un cacciatore e detenzione, porto e ricettazione di armi e munizioni

PALMI Il gup presso il Tribunale di Palmi ha disposto la scarcerazione di Domenico Scicchitano, 34enne di Seminara e, in accoglimento dell’istanza avanzata dal difensore dell’imputato, avvocato Andrea Alvaro, ha concesso gli arresti domiciliari, con applicazione del braccialetto elettronico, da eseguirsi in un immobile nella disponibilità del giovane meccanico seminarese.
Scicchitano era stato arrestato nell’ambito dell’operazione Diana, condotta dalla Compagnia Carabinieri di Palmi, coordinata dalla Procura della Repubblica di Palmi, che ha visto coinvolte altre sei persone, accusate a vario titolo di rapina, falsificazione di monete, furto, ricettazione, danneggiamento e delitti in materie di armi e di stupefacenti.
Agli imputati vengono addebitate una pluralità di rapine ai danni di cacciatori e contestati numerosi reati in materia di detenzione di armi. In particolare Scicchitano è imputato dei reati di rapina pluriaggravata ai danni di un cacciatore locale, risalente al gennaio 2017, nonché di detenzione, porto e ricettazione di numerose armi e munizioni, sia comuni che da guerra, tra cui un mitra con caricatore a banana, nove fucili calibro 12 e due fucili kalashnikov.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto