I nuovi tram di Torino saranno prodotti a Reggio Calabria

Hitachi Rail presenta la migliore offerta. Sono 30 totalmente finanziati dal ministero dei Trasporti con 63,4 milioni. Coinvolti anche gli stabilimenti di Napoli e Pistoia

TORINO Saranno prodotti da Hitachi e realizzati anche nello stabilimento di Reggio Calabria i nuovi tram di Torino. Gtt ha completato l’analisi delle offerte di gara, a cui hanno partecipato 5 tra i principali produttori mondiali. Hitachi Rail ha presentato l’offerta migliore. Ora l’obiettivo è procedere entro ottobre con l’assegnazione della commessa e la stipula del contratto, che riguarda 30 tram per 63,4 milioni di euro (comprensiva di 1,1 milione di euro per i ricambi). Il finanziamento è interamente coperto dal Ministero dei Trasporti attraverso una convenzione con la Città di Torino e rientra nella cosiddetta “cura del ferro” per potenziare i trasporti su rotaia nei grandi centri urbani.
I primi tram saranno pronti tra 18 mesi (contro i 24 previsti inizialmente), al termine dei quali potranno iniziare le procedure di autorizzazione per l’immissione in servizio dalla primavera del 2021. Il nuovo tram di Torino sarà lungo 28 metri e trasporterà 200 passeggeri. Sarà dotato di riscaldamento e aria condizionata. Avrà il pianale ribassato, senza scalini, e 2 postazioni attrezzate per persone con disabilità. I nuovi tram potenzieranno il servizio tranviario torinese e, in parte, sostituiranno i modelli più datati come i tram “gialli”.
Hitachi Rail è la società del Gruppo Hitachi specializzata nella costruzione di materiale rotabile. I tram saranno realizzati in Italia nelle officine di Napoli, Pistoia e Reggio Calabria. Lo stile e il design interno del tram sono stati curati da Giugiaro Architettura. La livrea sarà caratterizzata dai colori di Torino. La Città e Gtt hanno chiesto al Ministero dei Trasporti il finanziamento di un ulteriore lotto di 40 tram.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto