Autorità portuale dello stretto, slitta la discussione sulla legge istitutiva

La Consulta rinvia a maggio (o periodo successivo) la discussione sulla legge che istituisce la nuova Autorità portuale di sistema dello Stretto che nel frattempo dovrà continuare la propria attività

REGGIO CALABRIA Rinviata la discussione davanti alla Consulta della legge istitutiva della nuova Autorità portuale di sistema dello Stretto che accorpa i porti di Reggio e Villa San Giovanni a quelli siciliani di Messina e Milazzo. Un nuovo soggetto, dunque, che andrebbe a rilevare l’attività si questi due porti dell’authority di Gioia Tauro.
Nessuna decisione, ma solo l’intervenuta cancellazione del ruolo da parte della Corte Costituzionale pervenuta all’Avvocatura generale dello stato nei giorni scorsi. Un atto che non sottende difficili implicazioni dal punto di vista formale, ma può avere un suo peso nei fatti coi tempi per l’eventuale discussione destinati ad allungarsi ulteriormente a dismisura, quasi certamente dopo la Primavera.
Mario Paolo Mega, presidente designato del nuovo soggetto, dovrà quindi continuare la sua attività pur consapevole che presto o tardi potrebbe arrivare la mano della Consulta a porre fine a questa storia. Una situazione destinata a diventare ancor più complessa in virtù degli esiti delle elezioni regionali.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto