Covid-19, quattro ricoverati al Gom a Reggio: uno era stato dimesso

Erano tutti in quarantena. Ricovero disposto dal dipartimento di prevenzione dell’Asp: 3 pazienti fanno parte dello stesso gruppo familiare, per il quarto è un “ritorno”

di Fabio Papalia
REGGIO CALABRIA Torna la paura coronavirus a Reggio Calabria, dopo che si era svuotato il reparto covid del Grande ospedale metropolitano la Direzione Aziendale del Gom “Bianchi Melacrino Morelli” stasera ha comunicato che oggi 4 pazienti sono ricoverati nel nosocomio. Tre pazienti appartengono allo stesso nucleo familiare, il quarto invece era stato già ricoverato e dimesso ma adesso accusa una sintomatologia sospetta ed evidentemente si è reso necessario un nuovo ricovero. Tutti e quattro sono ricoverati in degenza ordinaria. Anche i tre erano già risultati positivi al test e tutti e quattro si trovavano in regime di isolamento domiciliare obbligatorio. E’ stato il dipartimento di prevenzione dell’Asp di Reggio Calabria a disporre, per diverse ragioni, il ricovero. Ad ogni modo al momento le condizioni cliniche dei pazienti non destano preoccupazione, nemmeno quelle del quarto paziente.
Intanto anche oggi sono stati sottoposti allo screening per Covid-19 151 soggetti. Nessuno è risultato positivo al test. Si attende l’esito dei nuovi tamponi eseguiti sui 4 pazienti ricoverati.
I pazienti deceduti sono 16 (altri tre decessi sono stati registrati al di fuori dell’Ospedale di Reggio Calabria). I dimessi perché guariti sono 69.
La Direzione Aziendale del Gom continua a raccomandare a tutta la cittadinanza il rispetto delle misure di prevenzione del contagio col medesimo senso civico fin qui dimostrato. In particolare, si ricorda di rispettare la distanza interpersonale nonché di tenere comportamenti sociali responsabili a tutela della salute di tutti.
Per informazioni, o in caso di sintomi sospetti, si esorta a non recarsi al Pronto Soccorso, ma di contattare il numero Verde 1500 del Ministero della Salute e il numero Verde 800 76 76 76 della Regione Calabria. (redazione@corrierecal.it)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto