Mileto, uccide la moglie e si toglie la vita

L’83enne Saverio Milidoni avrebbe assassinato la consorte di 82 anni prima di suicidarsi. A scoprire i due corpi è stato un congiunto della coppia

MILETO Potrebbe essere stato un raptus di follia ad indurre stasera, nella frazione Paravati di Mileto, nel vibonese, Saverio Milidoni, di 83 anni, ad uccidere la moglie, Concetta Furci, di 82. L’uomo si è poi tolto la vita impiccandosi ad un albero. L’omicidio-suicidio non ha avuto testimoni. A trovare i corpi senza vita dei due anziani è stato un congiunto della coppia, che si era recato a trovarli ed ha scoperto l’omicidio-suicidio. L’uomo ha chiamato i carabinieri che, a loro volta, hanno avvertito il 118. Secondo una prima ricostruzione, Milidoni ha colpito la moglie alla testa con un bastone mentre i due si trovavano in un locale adibito a deposito di legna. La morte della donna è stata istantanea. L’anziano ha poi preso una corda, l’ha fissata al ramo di un albero e si impiccato.
Il terreno in cui si è consumata la tragedia era di proprietà della coppia. I carabinieri stanno sentendo i familiari di Milidoni e Concetta Furci per accertare se ultimamente fosse accaduto qualcosa in ambito familiare che possa dare una spiegazione all’omicidio-suicidio. La coppia era sposata da oltre 50 anni e, secondo quanto è emerso dai primi accertamenti, non aveva mai fatto parlare di sé per fatti particolari. Le indagini dei carabinieri vengono coordinate dal pm di turno della Procura della Repubblica di Vibo Valentia. Il magistrato, stando a quanto si è appreso, dovrebbe disporre l’autopsia soltanto sul cadavere di Concetta Furci per stabilire le esatte modalità della morte della donna. L’esame non sarà invece eseguito sul corpo di Milidoni essendo chiare le cause del suo decesso.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto