Brigantino d’oro 2018 a Caterina Ermio

Il riconoscimento è stato assegnato a Pizzo alla presidentessa nazionale dell’associazione italiana donne medico: «”Dedico il premio ai medici in prima linea e vittime di violenza nei luoghi di lavoro»

PIZZO CALABRO È andata alla dottoressa Caterina Ermio il premio “Brigantino d’oro 2018”. Un riconoscimento assegnato alla direttrice facente funzione di Neurologia dell’ospedale “Giovanni Paolo II” per aver dato lustro alla Calabria con il suo operato. Caterina Ermio è presidente nazionale della società scientifica Associazione Italiana Donne Medico che conta 60 sedi in tutta Italia con all’attivo 2.500 dottoresse e che di diritto fa parte della società internazionale MWIA (The Medical Women’s International Association). Un’associazione che nel 2019 festeggerà i suoi 100 anni di vita. «Emozionata – dice la dottoressa Ermio – per questo riconoscimento, per il lavoro costante nel quale mi riconosco come medico di prossimità e come dirigente facente funzione e, con lo sguardo attento all’attualità, dedico questo premio al miglioramento della sanità, soprattutto calabrese, ai miei pazienti e ai colleghi e colleghe che subiscono violenza nei luoghi di lavoro. Un pensiero di solidale vicinanza – continua – va al collega di Crotone Francesco Bossio». «Ringrazio – conclude – l´associazione “Radicando” nella figura del suo presidente Vincenzo Fulvio Attisani».
Palcoscenico dell’evento la città di Pizzo, perla del tirreno, scelta quest’anno dall’Associazione come location per “La notte dei Briganti” e per la consegna del Brigantino d´oro 2018. Con la dottoressa Ermio premiate altre personalità che nell’esercizio della loro professione si sono distinte per aver dato voce alla Calabria migliore e per la lotta a tutte le mafie.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto