Camion incendiati a Modena, arrestato imprenditore vibonese

L’uomo, un 59enne, sarebbe il mandante dei roghi appiccati da tre giovani stranieri ai danni di aziende operanti nel settore del calcestruzzo

MODENA Incendio doloso e illecita concorrenza con violenza e minaccia: sono i reati contestati, a vario titolo, a quattro persone destinatarie di altrettanti provvedimenti cautelari in seguito alle indagini della Procura e dei carabinieri di Modena su una serie di camion dati in fiamme, tra l’aprile e il maggio scorsi, appartenenti a ditte attive nei servizi legati al calcestruzzo. Destinatari delle misure sono un imprenditore 59enne di Vibo Valentia ma residente nel Sassolese ed un 22enne albanese entrambi sottoposti agli arresti domiciliari. Obbligo di dimora nel Comune di residenza (con permanenza in casa nelle ore notturne) per un 21enne originario del Marocco ed un 19enne tunisino. L’italiano è ritenuto dagli investigatori il mandante degli incendi mentre i presunti complici stranieri sarebbero gli esecutori materiali. I fatti risalgono alla notte tra il 14 e 15 aprile scorso quando presso l’impianto di estrazione e produzione di calcestruzzo, di un’impresa a San Cesario sul Panaro (Modena), si sviluppò un incendio di vaste proporzioni che ha interessato quattro camion adibiti al trasporto e al pompaggio del calcestruzzo. Quella notte, le fiamme si propagarono anche agli altri mezzi parcheggiati vicino, danneggiando poi tre betoniere che furono completamente distrutte. Un secondo episodio si è registrato nella notte tra il 20 e 21 maggio scorsi ad Anzola Emilia, nel Bolognese, quando ignoti, utilizzando del liquido infiammabile, appiccarono il fuoco alla cabina di guida di un autocarro pompa per calcestruzzo di proprietà di un’altra ditta. Con le attività investigative, condotte a ritmo serrato per circa cinque mesi, è stato possibile ricollegare gli incendi del 15 aprile e 21 maggio allo stesso contesto, mettendo alla luce un ambiente, quello collegato alla fornitura dei servizi legati al calcestruzzo, caratterizzato dalla compresenza di interessi multipli e da una forte competizione e forte concorrenza tra le imprese.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto