Armi nascoste nel riso, arrestato 24enne nel Vibonese – VIDEO

Il giovane finito in manette, della frazione Vena Superiore, è ritenuto vicino alle cosche locali. In carcere anche un 51enne di Mileto che aveva una “santabarbara” in un capannone le cui pareti venivano usate come poligono

VIBO VALENTIA Dalle prime ore dell’alba i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia, coadiuvati fase esecutiva dai colleghi del Nucleo Cinofili dello Squadrone Eliportato Cacciatori Carabinieri Calabria e della Compagnia di Intervento Operativo del 14° Battaglione Carabinieri Calabria, hanno eseguito un servizio mirato finalizzato al controllo di armi e munizioni nella frazione di Vena Superiore e a Mileto.
Nel primo caso a finire in manette è stato Filippo Orecchio, 24enne già noto alle forze dell’ordine e ritenuto vicino ad esponenti delle locali cosche di ‘ndrangheta. Il giovane aveva occultato, in modo particolarmente abile, celandole in un bidone pieno di riso, tre pistole clandestine (due revolver cal. 38 ed una beretta cal. 7.65 con matricola abrasa). Trovate e sequestrate anche 54 cartucce cal. 38 special, 24 Cartucce cal. 7.65, 19 cartucce calibro 12 e 4 grammi di marijuana. I carabinieri hanno rinvenuto anche una targa rubata ad un ciclomotore con appositi “forellini” artigianali che ne consentono la facile sovrapposizioni su altri veicoli già targati.

A Mileto invece i militari hanno scoperto una vera e propria “santabarbara” all’interno di un capannone. Per detenzione illegale di armi e munizionamento da guerra è stato arrestato un 51enne, mentre il figlio è stato denunciato per la detenzione di alcune munizioni da guerra. Il capannone è stato trovato dai carabinieri con le pareti bucate da colpi d’arma da fuoco, usate quindi quali poligono di tiro. In totale sono state trovate 213 munizioni di vario calibro per fucile e pistola, tre pistole semiautomatiche, di cui una con matricola abrasa, una pistola revolver, una balestra, due coltelli, un fucile semiautomatico, un moschetto con matricola abrasa e tre carabine ad aria compressa. Armi e munizioni sono state poste sotto sequestro.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto