Il Tribunale di Vibo si rafforza. Attesa per i nuovi presidente e procuratore capo – VIDEO

Cerimonia di insediamento per il nuovo presidente di sezione Tiziana Macrì. Gratteri: «È un giorno importante ma dobbiamo aspettarne altri due»

VIBO VALENTIA Per il procuratore della Dda di Reggio Calabria Nicola Gratteri si tratta di «un giorno importante». Un giorno atteso da tempo nel Tribunale di Vibo Valentia. Che attende altri giorni importanti. Finalmente c’è un nuovo presidente di sezione: è Tiziana Macrì, 53 anni, di Chiaravalle Centrale, che si è insediata nell’aula Sacerdote davanti a una parte importante della magistratura distrettuale di Catanzaro: da Nicola Gratteri al procuratore generale Otello Lupacchini passando per il procuratore di Castrovillari Facciolla e il presidente della Corte d’appello di Catanzaro Domenico Introcaso.
Macrì si è insediata al termine di una breve ma intensa cerimonia che si svolta davanti al collegio composto dal presidente facente funzioni del Tribunale di Vibo Giovanni Garofalo e dai giudici Gabriella Lupoli e Marco Miele. E sintetizza in tre parole ciò che la aspetta: «Lavoro, lavoro, lavoro». Il Csm l’ha inviata a Vibo dopo 15 anni di lavoro ininterrotto nel Tribunale di Catanzaro dove ha firmato importanti inchieste antimafia. «Penso di avere tante responsabilità e tra le altre quella – ha rimarcato – di custodire un tesoro preziosissimo che è l’entusiasmo che ho visto negli occhi di tanti giovani colleghi e anche quello di non deludere le aspettative di chi già da tempo crede in me».
Nei prossimi mesi il Tribunale di Vibo Valentia gestirà processi importanti. E l’arrivo di Macrì è la prima parte di quello che sarà un rafforzamento importante degli uffici giudiziari. «Quello di oggi – ha detto Nicola Gratteri – è un giorno importante ma adesso dobbiamo aspettarne altri due: per l’insediamento del presidente del Tribunale e poi per la nomina del procuratore di Vibo». La nomina del nuovo presidente appare poco più di una formalità. Manca infatti solo il via libera del Plenum del Csm per l’arrivo di Antonio Erminio Di Matteo, 60 anni, originario di Cittanova, in forza alla Corte d’appello di Napoli.
Si dovrà aspettare di più, invece, per vedere il nuovo procuratore capo. «La nomina del procuratore di Vibo – ha sottolineato Gratteri – è importate per la collettività ma anche per noi della Procura distrettuale. Sicuramente verrà un magistrato di grande esperienza come merita la magistratura di Vibo». Tra i candidati al ruolo c’è il pm antimafia Camillo Falvo, che conosce bene la realtà di Vibo e lavora da tempo alla Dda di Catanzaro.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto