Dopo il caso Sea Watch Salvini arriva a Limbadi

Martedì il ministro dell’Interno sarà nel Vibonese per la consegna di alcuni beni confiscati alla ‘ndrangheta. L’annuncio in una diretta Fb: «La lotta alle mafie continua. Sperando che le Ong non ci facciano perdere altro tempo»

VIBO VALENTIA Martedì il ministro dell’Interno Matteo Salvini sarà a Limbadi, nel Vibonese, per la «restituire alla comunità» alcuni beni confiscati alla ‘ndrangheta. Ad annunciarlo è stato lo stesso titolare del Viminale al termine di una diretta Facebook tutta incentrata sul caso della Sea Watch 3: «La lotta alla ‘ndrangheta, alla camorra e alla mafia prosegue in tutta Italia e in tutta Europa – ha concluso Salvini – sperando che almeno per qualche settimana non ci siano Ong, organizzazioni private pagate da chissà chi, che vengano a farci perdere altro tempo». I beni, confiscati al clan Mancuso, verranno utilizzati per finalità sociali e saranno consegnati dal Comune di Limbadi al sodalizio di volontariato “San Benedetto Abate” di Cetraro (Cosenza), di cui è presidente don Ennio Stamile, referente regionale di Libera. Si tratta di alcuni fabbricati tra cui una villa di 750 metri quadrati e di un terreno agricolo di 37mila metri quadrati.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto