Intimidazione a cooperativa di Rombiolo, Sibio: «Atto intollerabile»


Solidarietà del presidente di Legacoop Calabria alla “Cooper Poro” dopo l’incendio al mezzo impegnato per la costruzione di un complesso parrocchiale a Pizzo

ROMBIOLO «Legacoop Calabria esprime la propria solidarietà e la vicinanza alla Cooperativa “Cooper Poro” di Rombiolo che ha subito un vile attentato incendiario che nella notte tra lunedì e martedì scorso». È quanto riporta una nota di Legacoop Calabria. «Il danneggiamento di una trivella della “Cooper Poro” per la realizzazione di un complesso parrocchiale a Pizzo – afferma il presidente di Legacoop Calabria, Lorenzo Sibio a nome dell’organizzazione regionale – suscita rabbia e sgomento. Non si può sopportare che persone che lavorano onestamente, con sacrifici e impegni, siano costretti a subire la prepotenza e l’arroganza di chi usa il linguaggio della sopraffazione e si muove in un contesto criminale che calpesta le regole del bene comune e della legalità».
«Non è più tollerabile – aggiunge il presidente regionale di Legacoop – che il lavoro onesto vada in fumo, sia distrutto e cancellato da atti intimidatori che feriscono le comunità che credono nei valori su cui poggia la democrazia, a partire da un profondo senso di fiducia nella giustizia e nel rispetto del lavoro. Siamo sicuri che le forze dell’ordine e la magistratura faranno celermente chiarezza sull’accaduto, ma nello stesso tempo l’appello alle istituzioni e alle forze sane della comunità calabrese, e non solo di Pizzo e del Vibonese, è di fare rete nella costruzione di azioni positive volte al contrasto alla criminalità e alla vicinanza concreta a quanti, come la “Cooper Poro”, hanno subito atti intimidatori che rischiano di lasciare ferite incurabili nello spirito e nella fiducia nel futuro».
«La costruzione di un tessuto sociale, economico e produttivo libero dalle mafie e da ogni forma di arroganza e violenza – conclude Sibio – sono le basi dell’agire cooperativo. Per tali ragioni, Legacoop Calabria, nel condannare fermamente le intimidazioni della criminalità, l’arroganza e la prepotenza mafiosa, sarà a fianco dei soci della cooperativa e nell’esprime loro solidarietà e vicinanza li invita ad andare avanti nel sentiero della legalità e della giustizia».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto