Zingaretti: «Callipo un pezzo da novanta. Chiedo da mesi a Oliverio di aiutarci»

Inizia la visita del segretario dem a sostegno dell’imprenditore candidato alla Presidenza della Regione. «Serve un governo regionale forte». L’appello a Oliverio e M5S per l’unità. « Poi il ringraziamento a Talarico: «Un galantuomo». Torta e spumante con i dipendenti dello stabilimento di Maierato per l’onomastico del leader nazionale

VIBO VALENTIA «Consiglio ai cittadini di mettere sul ring un pezzo da novanta che sa combattere le sue battaglie per i calabresi. I calabresi devono essere più coscienti della loro forza per amore della stessa Calabria. Ringrazio, inoltre, Maurizio Talarico, un galantuomo che si era messi a disposizione». Sono queste le prime parole del segretario del Pd, Nicola Zingaretti, in visita a Maierato all’azienda dell’imprenditore Pippo Callipo, candidato con il Pd alla corsa di governatore della Calabria. Maurizio Talarico, imprenditore calabrese nel settore delle cravatte con attività a Roma, aveva nelle scorse settimane avanzato la propria candidatura con il Pd per poi fare un passo indietro e da qui il ringraziamento da parte di Nicola Zingaretti.
«C’è bisogno di un forte governo calabrese che difenda questa terra – ha detto ancora Zingaretti –. A pochi giorni dalla presentazione delle liste, v’è la possibilità di riaccendere la speranza e guardare al futuro. I prossimi anni in Italia saranno duri e una comunità che va divisa perde».

«CALLIPO SIMBOLO DI QUESTA TERRA» Zingaretti spiega che «dobbiamo voltare pagina. In Calabria ora è il tempo del lavoro e del riscatto. Nel mondo tantissimi figli di questa terra stanno creando ricchezza e prosperità e questa credo sia una grande forza che rappresenta la novità di una personalità come Pippo Callipo che è il simbolo di questa terra e di chi ha scelto di rimanere qui per creare ricchezza e lavoro».
«Callipo – ha aggiunto Zingaretti – non è il candidato del Pd, è un candidato che sosteniamo perché aderiamo alla sua idea di allargare il più possibile il campo e per garantire alla Calabria un futuro di crescita, di sviluppo, di lavoro e di legalità. Questo penso sia un segnale da raccogliere».

Il presidente del consiglio regionale Nicola Irto assieme a Nicola Zingaretti. A sinistra il commissario regionale del Pd Stefano Graziano

«IL SIMBOLO DEL PD CI SARÀ» «Quello che è certo – continua Zingaretti – è che il simbolo del Pd sarà accanto al nome di Callipo perché ciò che è in gioco è il futuro di questa terra. Mi verrebbe da dire: noi siamo con Callipo per amore della Calabria. Ci sono tante personalità che si sono espresse per invitare a fare scelte unitarie come l’imprenditore Nino De Masi, che è qui con noi anche oggi, e il segretario generale della Cgil calabrese Angelo Sposato. Un invito, il loro, a mettere da parte l’egoismo. Sostenere Callipo significa dare un segnale di speranza. Mi auguro che tutti noi prendiamo consapevolezza di questo. Quella di Callipo è l’unica possibilità, in questo momento, che può rappresentare l’unità e la forza dei calabresi».

L’APPELLO A OLIVERIO E M5S Da Zingaretti è arrivato anche un appello «non solo a Mario Oliverio, ma a tutte le forze che sostengono il Governo», quindi anche al M5S. Il segretario dem chiede «unità» perché «questa volta non possiamo regalare una terra bellissima come la Calabria alle destre».
«Sono mesi, anche con diversi incontri personali – ha aggiunto Zingaretti – che parlo con Mario Oliverio chiedendogli di aiutarci a vincere. Il problema non è Tizio, Caio o Sempronio ma creare le condizioni per allargare e mettere in campo una proposta credibile, quella che ora intorno a Callipo è possibile. Rinnovo la richiesta con lo stesso spirito di collaborazione a tutte le forze che si oppongono alle destre per unirci rispetto ad una personalità straordinaria, di cui spesso non ci si rende conto, che rende orgogliosa la Calabria in Italia e nel mondo. Callipo è la carta vincente».

TORTA E SPUMANTE PER SAN NICOLA Zingaretti, nello stabilimento di Maierato, ha anche potuto  festeggiare con torta e spumante il proprio assieme ai dipendenti della “Callipo”. Zingaretti, nell’occasione, ha visitato lo stabilimento, facendosi illustrare la varie fasi della lavorazione e dell’inscatolamento del tonno.
«Abbiamo voluto – ha detto Pippo Callipo – che Nicola Zingaretti festeggiasse l’onomastico insieme a noi in un ambiente familiare. La sua visita é importante e conferma che noi calabresi siamo bravissimi e dobbiamo avere la possibilità di vivere nella legalità. Ai nostri figli dobbiamo poter dire: “Io resto in Calabria”».
«Dico grazie a Callipo – ha detto Zingaretti – per la sua scelta e per il messaggio di speranza e legalità che con la sua candidatura ha inteso lanciare. Sapevo che é una grande persona e oggi ho preso coscienza del fatto che é anche un uomo straordinario che con la sua famiglia e il suo lavoro ha reso la Calabria e l’Italia molto orgogliose. L’azienda Callipo è una delle esperienze produttive che ci fanno onore e lo dico anche da consumatore dei suoi prodotti. Spesso si parla male della Calabria e la si guarda solo per le cose negative. È giusto avere coscienza di questo. Quello che non possiamo permettere a nessuno è di distruggere la speranza».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto