Carenze igienico-sanitarie, chiuso il Centro per l’impiego di Vibo

Dal 30 settembre dello scorso anno non è pervenuta alcun risconto alla richiesta di adeguamento dei locali del Cip. I dipendenti potranno effettuare attività in smart working

VIBO VALENTIA La Regione ha chiuso il Centro per l’impiego di Vibo Valentia per carenze igienico-sanitarie. La decisione è stata comunicata dal dirigente per la sicurezza sui luoghi di lavoro della Regione. I dipendenti potranno effettuare attività in smart working, ma questo finirà col creare non pochi problemi all’utenza. La decisione, secondo quanto riporta la comunicazione del dirigente della Cittadella Salvatore Lopresti, è giunta dopo che dal 30 settembre dello scorso anno non è pervenuta alcun risconto alla richiesta di adeguamento dei locali. Il 21 luglio scorso la Regione ha comunicato il preavviso di chiusura del Centro per le gravi carenze igienico-sanitarie riscontrate, dando ulteriori 15 giorni al Comune – che nel 2019 aveva chiesto una proroga – per ottemperare ma a ieri alcun riscontro è pervenuto. Pertanto è stato disposto che i locali sarebbero stati inutilizzabili ai fini dell’attività lavorativa fino alla completa “restitutio ad integrum” nei tempi, modi e condizioni previsti dalla normativa vigente mentre i dipendenti continueranno a svolgere il servizio nelle modalità che saranno opportunamente individuate dal dirigente competente.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto