A Tirana una lezione degli esperti del Pugliese Ciaccio sulla “profilassi per emofiliaci”

Tra i docenti, invitati direttamente dall’Ospedale Universitario “Madre Teresa” di Tirana, ci sono un clinico, la dottoressa Rita Carlotta Santoro, e due biologhe, le dottoresse Lucia Elia e Mariapia Falbo

CATANZARO Fra il 3 e il 5 ottobre si terrà a Tirana (Albania) un corso per la profilassi e la terapia nei pazienti emofiliaci albanesi. Il corso, che si avvarrà dell’assistenza tecnico-scientifica di qualificati esperti italiani del settore, in sinergia con organizzazione e associazioni professionali operanti in Italia, nasce dalla collaborazione tra Italia e Albania nel campo dell’Emofilia e delle altre malattie emorragiche congenite (MEC), con lo scopo di promuovere l’adozione di protocolli di profilassi pediatrica.Tra i docenti, invitati direttamente dall’Ospedale Universitario “Madre Teresa” di Tirana, ci sono un clinico (la Responsabile del Centro Emofilia, Emostasi e Trombosi dell’Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio di Catanzaro, dottoressa Rita Carlotta Santoro) e due biologhe dell’annesso Laboratorio, le dottoresse Lucia Elia e Mariapia Falbo che, nello specifico, si occuperanno di implementare le attività di laboratorio in modo da permettere la corretta gestione della patologia e delle sue complicanze. A margine dell’evento è prevista la firma dell’intesa tecnica fra il Ministero della Salute della Repubblica Italiana e il Ministero della Salute e della Protezione sociale della Repubblica dell’Albania per la collaborazione scientifica nel campo delle malattie emorragiche congenite.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto