Precari della sanità, Oliverio esulta: «Speranza ha accolto le nostre richieste»

Il Ministro ha chiarito al presidente della regione circa l’emendamento alla Legge di Stabilità utile ai lavoratori del comparto sanitario calabrese

CATANZARO Nel pomeriggio di sabato 7 dicembre, il Presidente della Regione, Mario Oliverio, ha avuto un colloquio telefonico con il Ministro della Salute, Roberto Speranza. Il Ministro ha informato il Presidente dell’avvenuta presentazione al Senato di un emendamento alla Legge di Stabilità in direzione della soluzione del problema del precariato nella sanità. Con questa proposta vengono accolte le indicazioni avanzate a più riprese dal Presidente della Regione Calabria, nelle settimane scorse, per la soluzione del problema dei precari allargando le maglie della legge Madia e prorogando la scadenza del possesso dei requisiti per la stabilizzazione dei lavoratori. «Ringrazio –afferma Oliverio- il Ministro Speranza per aver accolto la nostra richiesta di stabilizzazione del precariato nella sanità attraverso una proposta integrativa alla legge di stabilità. È un passo importante in avanti a cui mi auguro si accompagni lo sblocco pieno delle assunzioni del personale medico e sanitario nelle strutture ospedaliere e territoriali della Calabria. È questa –conclude il Presidente della Giunta regionale- la prima condizione necessaria alla fuoriuscita della sanità calabrese dallo stato di sofferenza a cui è stata portata dalla gestione commissariale in questi anni». Soddisfatto dell’operato del Ministro Roberto Speranza anche Pino Greco, segretario di Articolo 1. «L’impegno del Ministro Roberto Speranza si traduce in fatto concreto con gli emendamenti alla manovra di bilancio oggi ufficialmente depositati, si va verso la stabilizzazione dei precari del Servizio Sanitario nazionale e lo scorrimento delle graduatorie in sanità anche di idonei non vincitori . Questa è una battaglia che ArticoloUno sta portando avanti da tempo e queste sono due misure fortemente volute da Speranza che vanno a coprire le carenze di organico e si comincia a dare finalmente stabilità in un settore che ha bisogno di azioni concrete e non di propaganda o di scontate passerelle. Per superare il precariato si include anche chi ha maturato 3 anni di anzianità fino al 30 giugno 2019. Finalmente anche nella Sanità calabrese si apre una nuova stagione. Esprimo quindi grande apprezzamento anche se tante cose sono ancora da fare ma sono certo che con un Ministro come Roberto Speranza si raggiungeranno ottimi risultati».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto