Asp Catanzaro, la denuncia di Fismu: «I commissari vogliono tagliare le indennità ai medici del 118»

Il segretario nazionale Francesco Esposito lancia l’appello al Ministro Speranza e chiede alla commissione straordinaria di ritirare la delibera con cui «intende “tagliare” le indennità aggiuntive previste dall’articolo 23 dell’accordo integrativo regionale»

CATANZARO Duro Francesco Esposito, segretario nazionale Fismu: «Parliamo di tagliare 5,50 euro per ogni ora di attività aggiuntiva per medici che dedicano la loro professionalità tutti i giorni per nelle emergenze ed urgenze a tutela dei cittadini». Con la nota diramata, Fismu chiede alla commissione straordinaria di ritirare la delibera diramata ieri con la quale intende «tagliare» le indennità aggiuntive previste dall’articolo 23 dell’accordo integrativo regionale. «Per medici – continua la nota – che rischiano sulla strada e che sono spesso oggetto di aggressioni, come si legge quasi quotidianamente sui media, per difendere il diritto alla salute dei calabresi. È vergognoso quanto sta avvenendo».
Sempre secondo Esposito: «La Commissione straordinaria dell’Asp di Catanzaro ritiene così importante intervenire su alcune attività, oltretutto pagate pochissimo, solo per distrarre l’opinione pubblica dagli sprechi, quelli veri, e per evitare di affrontare i veri problemi della sanità pubblica. Ci rivolgiamo al ministro Speranza – conclude – si chiuda con la stagione delle emergenze e delle commissioni straordinarie, si restituisca il governo della sanità calabrese ai medici. Si ritiri questa delibera, si valorizzino i medici, non si puniscano con atti punitivi».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto