Un calabrese campione di breakdance

Il 22enne Mowgli, originario di Gallico Marina, ha vinto una delle competizioni di ballo più importanti. Ora punta alla finale mondiale. «Con l’hip hop voglio cambiare la mentalità della mia terra»

Il suo nome d’arte è Mowgli, ha 22 anni ed è originario di Gallico Marina. A raccontarne la storia è Repubblica.it, in occasione del Red Bull BC One 2018, una delle più importanti competizioni mondiali di breakdance, vinto proprio da Christian (questo il suo vero nome). Il b-boy (così vengono definiti i ballerini di breakdance) a settembre parteciperà a Zurigo per la finale mondiale anche se il suo obiettivo è un altro. «Giù i ragazzini iniziano a giocare a pallone ma poi prendendo brutte strade, frequentando cattive compagnie – racconta Christian -. Noi con l’hip hop li vogliamo coinvolgere. Vogliamo aprire la mentalità che c’è giù che purtroppo è ancora troppo chiusa».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto