“Onda d’urto” nella Locride: mountain bike e archeologia

LOCRI L’elemento fortemente caratterizzante della sesta tappa 2018, l’ottantottesimo raduno di Onda d’Urto sarà di certo l’archeologia. I bikers calabresi in questo prossimo weekend di novembre si ritroveranno sulla fascia…

LOCRI L’elemento fortemente caratterizzante della sesta tappa 2018, l’ottantottesimo raduno di Onda d’Urto sarà di certo l’archeologia. I bikers calabresi in questo prossimo weekend di novembre si ritroveranno sulla fascia ionica reggina, nel cuore di quella che è stata la splendida civiltà magno greca, comunemente nota come la Locride. L’area è ricchissima di testimonianze di un epoca che ha lasciato un’impronta indelebile nella storia e nella cultura mediterranea, consegnandoci un patrimonio artistico e architettonico di altissimo valore, oltre che il pensiero di luminose figure che hanno informato il vivere sociale delle genti, fino ai nostri giorni. Gli ondadurtisti calabresi, sentendosi eredi e testimoni depositari di tale immensa ricchezza, hanno voluto inserire decisamente questa zona come luogo da visitare nel decimo anno di vita della loro proposta sportivo culturale. Il raduno è previsto nel Comune di Portigliola, nei pressi del Teatro Greco, situato a pochi passi dal Museo Archeologico Nazionale di Locri Epizefiri.
Al mattino di domenica 11 novembre, dopo le procedure di riscontro delle iscrizioni, la consegna del pacco di benvenuto e la prima colazione, i bikers muoveranno dalla piazza centrale del borgo per tracciare un itinerario caratterizzato da un continuo susseguirsi di scoperte archeologiche e paesaggi amplissimi si apriranno alla loro vista, dirigendosi tutti insieme verso il centro storico di Gerace, ove è previsto un rinfresco ed una pausa per consentire ai partecipanti una breve visita della cittadina medievale. La ripresa dell’escursione prevede il passaggio nei caratteristici vicoli del paese, poi seguitando ancora nell’attraversamento di quella vasta area archeologica per giungere al luogo di partenza. Un percorso scorrevole e mediamente impegnativo dal punto di vista atletico, la cui fatica sarà ricompensata dal rituale e sempre atteso convivio a base di tipicità della cucina locale. In chiusura, come al solito i bikers si accomiateranno dandosi nuovo appuntamento al successivo raduno itinerante in terra di Calabria.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto