Taverna ricorda Tommaso Campanella

La Cineteca della Calabria ha organizzato una mostra dal 5 dicembre al 30 gennaio nel convento dei Domenicani

TAVERNA L’eta’ di Campanella/ Frà Tommaso tra cinema, utopia e rivoluzione è il titolo dell’evento del Premio Gallo, organizzato dalla Cineteca della Calabria che si svolgerà dal 5 dicembre al 30 gennaio presso il convento dei Domenicani di Taverna. La scelta è simbolica perché Tommaso Campanella, forse la massima figura del pensiero calabrese, è stato un frate domenicano che ha girato per molti conventi della Calabria, lasciando tracce del suo straordinario passaggio. L’occasione è data dal 450° della sua nascita che la Cineteca della Calabria, unitamente al Comune di Taverna, intendono ricordare con una manifestazione contenitore che annovera incontri, eventi, proiezioni e rassegne. Si proietteranno infatti una serie di pellicole come Galileo di Liliana Cavani e Giordano Bruno di Giuliano Montaldo che raccontano la temperie de tardo cinquecento di cui fu protagonista Campanella, ispirato dal sensismo di Bernardino Telesio. Le scoperte scientifiche misero in crisi il pensiero cattolico scatenando i grandi processi dell’inquisizione di cui finirono vittime, seppure in modo diverso, Galileo, Bruno e Campanella. Una mostra didattica curata da Eugenio Attanasio e Antonio Renda, illustra il cammino del personaggio e del pensiero campanelliano, arrivando al film di Gianni Amelio La città del sole, curioso incontro del massimo regista con il massimo filosofo, per la realizzazione di un’opera ancora sperimentale e sorprendente. Mercoledì 5 dicembre inaugurazione della mostra e presentazione del libro di Piero Bevilacqua Il Sole di tommaso con la partecipazione di Sebastiano Tarantino, sindaco di Taverna, Clementina Amelio assessore alla cultura, Dino Vitale presidente associazione Gutenberg Calabria, Eugenio Attanasio e Domenico Levato della Cineteca della Calabria. Nell’opera dell’insigne storico catanzarese il frate calabrese è animato dalla visione utopica di una possibile società egualitaria, drammatizzando in cinque atti scritti per il teatro, alcuni eventi della vita di Frà Tommaso, con particolare riferimento alla preparazione delle rivolte e alla prigionia che ne caratterizzarono il percorso esistenziale.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto