Reggio riscopre il dolce artigianale

Grande successo per la 17esima rassegna Apar, l’associazione dei pasticceri di Confartigianato. Il segretario Battaglia: «Evento conferma crescita del settore»

REGGIO CALABRIA Si è svolta con grande partecipazione di pubblico e di operatori la XVII edizione della Rassegna Apar, l’associazione provinciale dei pasticceri reggini aderenti a Confartigianato, anche quest’anno ospite di Palazzo Campanella, sede del consiglio regionale della Calabria.
«È un evento – ha commentato il segretario provinciale della Confartigianato Demetrio Battaglia – che conferma la crescita qualitativa di un settore come quello dolciario che annovera anche a livello nazionale eccellenze di primordine. A Palazzo Campanella, circa venti maestri pasticceri di tutta la provincia di Reggio Calabria – continua Battaglia – si sono misurati in una gara di specialità lavorando ed esaltando esclusivamente i prodotti locali e i dolci tradizionali calabresi e reggini in particolare. I risultati sono stati davvero eccellenti e confermano il grado ormai raggiunto di preparazione e di maturità artigianale dei nostri pasticceri, un’arte che viene sì tramandata in famiglia, ma che le giovani generazioni sono riuscite ad arricchire con sperimentazioni e novità aperte ad altre esperienze. Voglio esprimere la mia gratitudine e il mio apprezzamento ad Angelo Musolino, che dell’Apar è presidente provinciale, al coordinatore delle attività, Paolo Macheda, al consigliere Antonello Fragomeni e a tutti i soci per l’impegno che hanno profuso per la buona riuscita della manifestazione, patrocinata dalla Città metropolitana e dal consiglio regionale della Calabria. Una manifestazione ideata e realizzata tanti anni fa da Confartigianato con la preziosa collaborazione del ragionier Pucci per rilanciare la produzione dei prodotti artigianale e un comparto che oggi rappresenta una realtà economica vitale per il lavoro e lo sviluppo economico della nostra terra. Lo slogan della prima manifestazione “un dolcissimo natale con la produzione artigianale locale” è sempre più attuale, la manifestazione vuole riscoprire e rilanciare antiche tradizione coniugandole con l’innovazione per offrirle non solo al consumo locale ma anche ai mercati nazionali e internazionali».
«Infine – conclude Demetrio Battaglia – un ricordo commosso va all’amico Raffaele Trimboli, maestro pasticceri di Siderno recentemente scomparso, i cui figli continueranno a far rivivere la sua bravura, impegnandosi in questa attività difficile che coinvolge intere generazioni di artigiani e che guarda al futuro pur riuscendo a conservare le migliori tradizioni».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto