All’Unical l’alta formazione per gli amministratori del presente e del futuro

Decimo anno di attività per la Scuola superiore delle amministrazioni pubbliche. Tante le offerte formative. Fino al 24 ottobre c’è tempo per iscriversi ai master

RENDE Il giro di boa è di quelli importanti. All’Università della Calabria, la Scuola superiore delle amministrazioni pubbliche è al suo decimo anno di attività. Partiti con l’idea di specializzare gli studenti, oggi, i master così come i corsi di alta formazione della Ssspa sono diventati punto di riferimento per manager, professionisti, amministratori locali e studenti. «Negli anni ci siamo resi conto di una cosa – spiega Francesco Raniolo, direttore della scuola – le richieste di specializzazione soprattutto nei settori delle pubbliche amministrazioni diventavano sempre più esigenti e abbiamo deciso di rincorrerle. Noi ad oggi, non rappresentiamo soltanto un centro di formazione, ma siamo un punto di riferimento per il territorio oltre che polo di educazione e cultura civica». Raniolo che presiede anche il dipartimento di scienza politica, nell’incontro di presentazione dell’offerta formativa relativa al 2019/20 ha anche ricordato come le attività didattiche del nuovo anno terranno conto di una maggiore integrazione di quella che è la vita intera del dipartimento armonizzando i momenti didattici con quelli di gestione amministrativa della scuola per offrire maggiori servizi per i corsisti. «Facciamo tesoro delle esperienze degli anni scorsi – ha continuato il docente – per questo stiamo pensando di allargare l’offerta formativa creando dei nuovi percorsi di master coinvolgendo settori come l’ingegneria, l’informatica e la tecnologia».
MASTER E CORSI DI ALTA FORMAZIONE C’è tempo fino al 24 ottobre per iscriversi ai master di secondo livello in Management delle amministrazioni pubbliche e in quello di Diritto del lavoro. Ma già adesso i due direttori Guerino D’Ignazio e Vincenzo Ferrari si dichiarano soddisfatti delle richieste già pervenute agli uffici. «Non era affatto scontato essere qui a distanza di dieci anni – spiega il professore D’Ignazio –. È spesso fisiologico che negli anni le iscrizioni ai master diminuiscano, il nostro non è questo caso». Il direttore del master in Management delle amministrazioni pubbliche spiega subito il perché di questo trend. «Noi permettiamo a chi ha la voglia di intraprendere una carriera nella Pa di avere tutti gli strumenti per superare lo sbarramento imposto dai concorsi, mentre, per chi già è dentro forniamo le conoscenze necessarie per conquistare un avanzamento di carriera». Nel corpo docenti, i migliori professionisti non solo del campus di Arcavacata ma anche professionisti del settore e docenti che provenienti dagli altri atenei italiani. «Offriamo 400 ore di lezione, 320 di queste vengono fatte in aula ma quello che ci caratterizza è sicuramente il coinvolgimento con le migliori professionalità». Il professore Vincenzo Ferrari, direttore del master in Diritto del lavoro, non ha dubbi su come la marcia in più dei master sia rappresentata dal corpo docente. «Ogni anno Santo Passarelli, decano dei giuslavoristi, tiene una lectio magistralis durante il nostro corso. Rappresenta un momento di alta formazione». I numeri raccolti in questi anni restituiscono una fotografia completa del lavoro svolto. Più della metà degli iscritti ai master lo fa per avere maggiori conoscenze o competenze ancora più specifiche. Tra di loro una grossa fetta sceglie la didattica della Ssspa per migliorare le condizioni lavorative. Poi c’è una percentuale considerevole che riguarda gli studenti appena laureati. «I nostri corsi – dicono i docenti – permettono comunque di fare delle attività di stage, ci sono stati casi in cui i corsisti hanno avuto dei contratti sia nel settore privato che in quello pubblico». Discorso a parte invece per i corsi di alta formazione. Hanno una durata ridotta rispetto ai 12 mesi dei master di secondo livello, ma l’offerta didattica è altamente qualificante, come nel caso del corso in Bilanci e gestione delle risorse nelle amministrazioni pubbliche o quello sul Controllo di gestione e cost accounting. «Si tratta di corsi – spiega la direttrice Maria Teresa Nardo – che permettono ai partecipanti di acquisire delle conoscenze di settore utili per chi lavora con i bilanci pubblici o le partecipate di amministrazioni pubbliche. Abbiamo stretto partenariati con moltissimi organismi in modo da poter usufruire dei tirocini che siano altamente formativi quanto le lezioni» (mi.pr)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto