Lamezia, la Comunità Fandango aderisce alla rete del “Tavolo ecclesiale dipendenze”

Sabato 16 novembre 2019 dalle 10 alle 12, le porte della Comunità terapeutica saranno aperte ai giornalisti del territorio perché possano ascoltare e raccontare le storie di chi tra difficoltà e speranza, decide di accedere ad un programma di recupero dalla propria dipendenza patologica per ritornare alla vita

LAMEZIA TERME Sabato 16 novembre 2019 dalle 10 alle 12, le porte di “Fandango” saranno aperte ai giornalisti del territorio perché possano ascoltare e raccontare le storie di chi tra difficoltà e speranza, decide di accedere ad un programma di recupero dalla propria dipendenza patologica per ritornare alla vita.
Aderiamo così alla seconda edizione dell ´open day voluto dal Tavolo ecclesiale dipendenze (Ted) che quest´anno si ha come slogan “Vivere la relazione per motivare la speranza”. «Facilitare l´incontro con gli altri per superare l´emarginazione ed educare alla speranza, con questo spirito apriamo le porte dei nostri servizi alla stampa, in attesa del 30 novembre, quando a farci visita sarà una scolaresca della vicina Decollatura». – dice Angela Muraca responsabile della struttura che fa capo alla Comunità Progetto Sud – «con un´idea ben precisa: raccontare per far conoscere le fragilità ma anche il riscatto di vite ai margini che, grazie all´opportunità date dalle comunità di recupero ritrovano la strada del reinserimento». «Raccontare – continua ancora la Muraca – vuol dire anche permettere a tutti di sapere i rischi che conseguono dalle dipendenze da droghe, da alcool e da gioco patologico, e dunque equivale al delicato compito, che hanno i giornalisti, di informare». Tra le associazioni aderenti al Ted troviamo: Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Casa dei Giovani, Compagnia delle Opere-Opere sociali, Comunità Emmanuel, Comunità di Sant’Egidio, Coordinamento nazionale comunità di accoglienza (Cnca), Federazione italiana comunità terapeutiche (Fict), Salesiani per il sociale-Federazione Scs/Cnos, in collaborazione con la Caritas italiana.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto