Crotone, nasce la “dispensa virtuale”: la solidarietà naviga sui social

Il gruppo è nato su Facebook su iniziativa di Alessandra Perziano. Partita la gara di solidarietà dei cittadini crotonesi per sostenere le famiglie in difficoltà.

di Fabio Benincasa
CROTONE Condividere. Questa la parola chiave per chi quotidianamente si confronta sui social. Ma sulla rete, la condivisione, ha assunto un significato assai diverso: foto e video sono (quasi) necessari per restare in contatto con amici e “fan” ma anche eccezionali e remunerativi strumenti di business. Tuttavia, c’è chi ancora resiste al “fascino” dei selfie sfrenati e delle stories ad ogni costo e condivide non per occupare i ritagli di tempo, ma per coinvolgere gli utenti in iniziative di solidarietà.
E’ il caso del gruppo CondividiAMO il cibo – La dispensa virtuale KR nato su Facebook su iniziativa di Alessandra Perziano. Che si definisce «semplice cittadina che nel suo percorso di vita ha avuto dei momenti in cui ha ricevuto ed altri in cui ha donato». La città di Crotone è tra le più povere d’Italia, il tasso di disoccupazione è alle stelle (quello giovanile supera abbondantemente la media nazionale) e le famiglie sono costrette a rinunce ed enormi sacrifici per arrivare a fine mese. «La fame non è un capriccio – scrive Alessandra – nel post di presentazione del gruppo – la fame non è una moda (…) il bisogno, a volte non chiede, non urla».
Da qui l’esigenza di dar vita ad una piazza virtuale di solidarietà aperta ad imprenditori e cittadini: dove chiunque può decidere di donare. Fare rete per combattere lo spreco alimentare ed aiutare le famiglie in difficoltà. E i cittadini crotonesi non hanno perso tempo. Numerosi i post pubblicati da mamme disposte a comperare pannolini per i neonati, da utenti desiderosi di partecipare con un semplice contributo economico, fino alla proposta lanciata dal ristoratore Adolfo Covelli che regalerà «100 pizze a settimana alle famiglie bisognose», desiderose di trascorrere insieme ai loro bambini una serata in pizzeria.
A Crotone, la solidarietà naviga sui social.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto